SOCIETA

7 influencer italiane messe alla prova, sponsorizzerebbero un prodotto dannoso?

December 22 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Sempre più persone si affidano agli influencer per sponsorizzare tramite social marketing i loro prodotti. Le influencer italiane promuoverebbero prodotti nocivi per gli animali, per l’ambiente o per le persone? Chiara Ferragni sponsorizza auto, Mariano di Vaio linee di abbigliamento e camicie su misura, Taylor Mega costumi da bagno. Di influencer di questo tipo ce ne sono migliaia. Sponsorizzerebbero un prodotto dannoso per la salute fregandosene dell’etica?

Gli influencer italiani che hanno declinato l'offerta
Come si vede qui, ha declinato l'offerta commerciale proposta dal fasullo imprenditore.

Audrey Chabloz è la prima.

Vi dico subito che tre influencer italiani hanno rifiutato l'offerta. Audrey Chabloz, modella valdostana che gareggia con il fratello maggiore e non ha mai nascosto il suo interesse per la chirurgia estetica, è stata proposta per sponsorizzare hamburger di pollo di bassa qualità. Intendiamo uccelli già morti che sono stati tagliati e maltrattati quando diciamo squallido.
Il fasullo imprenditore ha cercato di Convincerla con un'offerta allettante di 15.000 euro. No, ha detto.

2. Magni Ale

Alessandro Magni, fashion blogger che collabora con riviste di tutto il mondo, è la seconda vittima dell'indagine sulle iene. È invitato a sponsorizzare una linea di abbigliamento particolarmente speciale. Sia le t-shirt che le giacche hanno un intarsio in pelle di serpente e i capi sono realizzati interamente in Uganda.

Il loro falso imprenditore afferma che anche i bambini vengono utilizzati per catturare questo serpente estremamente raro e velenoso. Anche lui rifiuta la cospicua offerta monetaria.

Jade Folcia è la numero tre.

Giada Folcia, Miss Cycling 2016, è una grande influencer di Darwin e una persona estremamente sportiva. Si allena da quando aveva tre anni e ha praticato diversi sport. Le viene offerto di sponsorizzare una bevanda energetica.

L'imprenditore fasullo fa notare che l'acqua utilizzata per produrlo proviene da una fonte sporca. Nell'intervista fasulla, le viene detto che una struttura vicino alla fonte scarica sostanze chimiche tossiche nell'acqua.

Ti è stato offerto un compenso superiore a 10mila euro. L'influencer ammette di aver rifiutato un corteggiatore che le ha offerto 120.000.000 di euro per una cena. Anche lei vorrebbe non farlo, quindi declina l'offerta.

Gli influencer in Italia che hanno accettato l'offerta

Osserviamo ora che lei ha accettato la proposta commerciale nonostante contenga un prodotto dannoso per la salute umana o animale.

1. Influencer italiana da circa trecentomila follower

Vediamo ora chi ha accettato la loro atroce proposta. Partiamo da un influencer che conta un centinaio di followers e frequenta i saloni televisivi. È stato proposto di sponsorizzare pietre preziose estratte da una miniera in Sri Lanka.

Sottolinea, tuttavia, che sono i bambini con le loro piccole mani che estraggono i minerali rari e che tre di loro sono morti l'anno scorso. Ciò è dovuto alla quantità di impegno profuso.

Chiariscono l'immagine affermando che i bambini vengono pagati dieci euro al mese. Date le difficoltà che hanno avuto con i bambini, daranno invece lavoro a persone con nanismo. Dopo pochi minuti di colloquio, richiedi un compenso di circa cento euro per ogni singolo post. L'impostore offre un deposito rapido.

L'influencer sottolinea che anche se non esce, è in grado di svolgere il compito. I bambini poveri non suscitano l'interesse della ragazza per le pietre costose.

Dopo essere stata smascherata dalle telecamere della iena, la stessa influencer afferma di aver ripetuto l'intervista in cui declina l'offerta e che è stata trasmessa in televisione.

2. Modella che ha calcato le passerelle di mezzo mondo

L'influencer accetta di sponsorizzare prodotti dannosi e le iene vengono indagate

L'immagine della video inchiesta sulle iene mostra un influencer italiano che accetta di sponsorizzare prodotti dannosi.

Supporta prodotti e abbigliamento sui social media, grazie al suo mezzo milione di follower. Si propone di sponsorizzare uno spray abbronzante che ha diverse controindicazioni. Questo prodotto provoca reazioni allergiche nel 35% delle persone, epilessia nel 20% e morte nell'1%.

Le viene offerto un compenso di cento euro per un post su Instagram e due storie. La ragazza accetta senza esitazione. Si vergogna visibilmente dopo essere stata smascherata dalle telecamere.

3. Influencer di Tik Tok con seicentomila follower, seguito anche dai bambini.

L'influencer accetta di sponsorizzare prodotti dannosi e le iene vengono indagate

Un influencer italiano ha accettato di sponsorizzare prodotti nocivi ed è partita un'indagine sulle iene.

Avrai bisogno di commercializzare la crema antirughe come un prodotto miracoloso. La crema è resa possibile dall'uso di organi umani cinesi. Le viene ricordato che il patto è nascosto sotto il tavolo e che la storia non verrà mai rivelata. Le vengono offerti cento euro per due storie e un post sul blog. Quando viene smascherata, la ragazza accetta e continua a ridere.

4. Asia

L'influencer accetta di sponsorizzare prodotti dannosi

Un influencer italiano ha accettato di sponsorizzare prodotti nocivi ed è partita un'indagine sulle iene.

Asia, influencer da un milione e trecentomila follower, è il prossimo oggetto di indagine. Produttore di video virali su Internet, ex concorrente del Grande Fratello modella di Playboy. Inoltre ha un profilo su Tik Tok con cinque milioni di visualizzazioni.

Il prodotto che le viene presentato è una crema per le mani. All’interno della crema c’è un ingrediente che viene estratto dagli animali. Le viene detto che questo tipo di pony usato è anche in via di estinzione perché ne sono rimasti pochissimi esemplari.

Asia messa di fronte al compenso decide di procedere confidando che: ” tanto non amo gli animali “. Asia richiede un compenso di milleottocento euro per un post, seicento euro per le storie e ottocento euro per un Tik Tok.

La ragazza una volta smascherata si giustifica dicendo che: ” i soldi sono soldi “.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere