EVENTI

75° Congresso ATI 2020 - Un’edizione “eccezionale”

October 1 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Il 15 e 16 settembre si è svolto 75° Congresso ATI - Associazione Termotecnica Italiana, importante occasione di incontro e di confronto tra esperti del mondo accademico e industriale, rappresentanti delle istituzioni, progettisti e ricercatori.

Due giorni in cui si sono concentrate sessioni plenarie e parallele in modalità telematica, organizzate con la collaborazione di EIOM, che hanno visto la presentazione di oltre 110 lavori e incentrati sul tema “#7 Clean Energy For All” e il coinvolgimento di oltre 300 partecipanti.
I numeri di questa edizione confermano il ruolo strategico del Congresso che ogni anno fornisce una fotografia fedele dello stato della ricerca e l'orientamento delle Istituzioni in Italia su tutti i temi di carattere energetico.

Ad aprire i lavori nella prima giornata è stato il Presidente di ATI Nazionale - Prof. Livio De Santoli, che ha introdotto la sessione inaugurale in cui esponenti del mondo industriale, della ricerca e dei maggiori player dell’energia italiani si sono confrontati sulle tematiche di rilancio del settore energetico. Ne è scaturita un'analisi degli strumenti e delle strategie che possono rilanciare l’economia in direzione green e rendere i processi industriali sostenibili ed efficienti, coinvolgendo il ruolo dell’industria, della ricerca, del Cluster tecnologico nazionale, delle rinnovabili, e, infine, dell’Europa.
Sono intervenuti al convegno: Giuseppe Ricci (Presidente Confindustria Energia), Giorgio Graditi (Dipartimento Tecnologie Energetiche e Fonti Rinnovabili TERIN, ENEA), Giampiero Celata (Presidente Cluster Nazionale Energia), GB Zorzoli (Presidente Coordinamento FREE), Riccardo Basosi (Comitato Horizon 2020), Agostino Scornajenchi (Responsabile Amministrazione di TERNA), Enzo Naso (Past President ATI).

Come da tradizione, nella giornata inaugurale il Comitato Scientifico del Congresso ha assegnato i premi “Alfano e Caputo” ai dottori di ricerca Roberta De Robbio e Francesca Fragliasso, per i migliori lavori scientifici presentati, ed ha inoltre conferito due menzioni speciali ai dottori di ricerca Lorenzo Tieghi e Ilaria Pigliautile.

Dal mattino del 16 settembre è stato possibile assistere alle ben 110 sessioni susseguitesi nell’intensa giornata che hanno visto il mondo della ricerca e dell’università confrontarsi con i molti lavori proposti in 9 sessioni.
Come ogni anno, il Congresso rilancia il proprio ruolo di associazione tecnica per la cultura ingegneristica nei settori strategici dell’Energia e dell’Ambiente ed è il punto di incontro dei docenti e dei ricercatori, afferenti ai settori scientifico-disciplinari ING-IND/08 e ING-IND/09 di "Macchine e Sistemi Energetici", nonché ING-IND/10 e ING-IND/11 di "Fisica Tecnica”.

L’Associazione Termotecnica Italiana, attiva dal 1918 con compiti preminentemente di regolamentazione e codifica tecnica, opera nel campo della conversione dell’energia e dei sistemi ad essa preposti, ne promuove la ricerca, l’innovazione ed il trasferimento delle conoscenze tra le Università, i centri di ricerca ed il mondo produttivo.
“La Termotecnica” è la rivista dell’ATI su cui vengono presentate alcune fra le migliori ricerche del settore in campo nazionale ed internazionale e descritti i più recenti prodotti dell’innovazione tecnologica in campo energetico. Da qualche anno si è aggiunta anche la pubblicazione, in lingua inglese, dei lavori presentati al Congresso ATI su riviste scientifiche indicizzate da Scopus per permettere una diffusione internazionale dei contributi di più alta qualità.

Dopo questa “eccezionale” edizione, il 76° Congresso Nazionale ATI vi aspetta nel 2021, come ogni anno, nel mese di settembre.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere