ARTE E CULTURA

90 anni di Luigi Bello. Un segno nella storia

September 17 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Tre mostre dedicate all'arte di Luigi Bello. Varese, Lavena (Va) e Ponte Tresa (ch). Organizzazione a cura di Alberto Lavit. Per l'occasione sarà presentato un inedito video-documento. Il testo critico che accompagna le mostre è a cura di Alberto Moioli.

Si celebrano quest’anno i 90 anni dell’artista LUIGI BELLO. Grazie ad un’idea di Alberto Lavit, titolare dello Spazio Lavit di Varese, dal 28 Settembre al 15 Ottobre saranno aperti al pubblico ben tre spazi espositivi all’interno dei quali verranno distribuite le mostre. Nello Spazio Lavit di Varese saranno esposte le opere che racconteranno i passaggi cruciali di una carriera pittorica ricca di numerosi snodi espressivi, tutti da conoscere. Qui sarà possibile indagare i processi evolutivi di una sensibilità creativa che dai primi figurativi arrivano oggi al gesto estremamente sintetico dove il segno è pura energia e i tre colori, bianco, nero e rosso sono il segno distintivo dell’alfabeto di Luigi Bello.
A Ponte Tresa, in territorio elvetico si apre invece una piccola ma interessante rassegna dedicata alle opere più recenti e sintetiche dell’artista che viene ospitato presso la Alter Ego Art Gallery dell’artista Andrea Scacciotti. La selezione di queste opere appartiene alla volontà di presentare l’anima espressiva nel momento pregnante della sintesi estrema, quella alla quale l’artista ancora oggi sta lavorando alla ricerca forse di nuove interessanti creazioni.
A Lavena Ponte Tresa, in territorio italiano, invece sarà inaugurata, la mattina del 30 Settembre, un’esposizione in cui Luigi Bello potrà mostrare in modo ampio e articolato gli ultimi anni di produzione, raccontando attraverso opere molto suggestive e di grandi dimensioni, alcuni dei più importanti “passaggi” della sua esperienza informale, sviluppata soprattutto negli anni in cui, una volta abbandonata Milano e Legnano, è approdato a Cadegliano Viconago (Va).
Luigi Bello, 90 anni da raccontare e mostrare.
Per la straordinaria occasione sarà presentato il video-documentario dedicato all’artista. (Regia Carnio)
Con il contributo della Fondazione Comunitaria del Varesotto e del dott. Luigi Zocchi.
Con il patrocinio dei Comuni di Laveno Ponte Tresa, di Cadegliano Viconago e di Legnano.
Luigi Bello nasce a Legnano il 19 Agosto del 1928. Fin da piccolo e durante tutta la giovinezza lavora assieme al padre, eccellente pittore e decoratore. Purtroppo la Guerra impedisce al promettente Luigi di prepararsi per l’esame di ammissione all’Accademia di Belle Arti ma, al termine del conflitto, con l’appassionata motivazione che sempre lo ha sostenuto, frequenta i corsi serali della Scuola d’Arte del Castello Sforzesco. Entra quindi in contatto con il fermento artistico e culturale della Milano degli anni Cinquanta e Sessanta, seguendo i crescenti dibattiti sull’arte contemporanea e frequentando i numerosi professionisti che orbitavano attorno alle gallerie della città, tanto che decide di aprire un proprio atelier in Via Solferino. Tuttavia, la crescente insofferenza nei confronti delle manifestazioni culturali e del clima borghese della grande città lo porta ad una svolta radicale: decide infatti di trasferirsi definitivamente con la famiglia a Cadegliano Viconago, tranquillo paesino vicino al confine elvetico a lungo frequentato durante periodi di villeggiatura; a partire dagli anni Ottanta, si dedica esclusivamente alla pittura trovando la propria ispirazione nelle letture, nel silenzio, nella vegetazione e nell’aria di questa amena località. (fonte www.spaziolavit.com)
90° anni di Luigi Bello. Un segno nella storia
Organizzazione Spazio Lavit
Inaugurazione 28 Settembre ore 18.00
Spazio Lavit – Via Uberti 42, Varese
Ingresso libero dal Martedì al Sabato dalle 17.00 alle 19.30
Apertura mostra 29 settembre
Alter Ego Art Gallery – Via Lugano 1, Ponte Tresa (Ch)
Ingresso libero dal Martedì al Sabato dalle 11.00 alle 17.00 - Domenica dalle 10.30 alle 13.00
Inaugurazione 30 Settembre ore 11.00
A.R.T. (antica rimessa tram) – Via Ungheria, Lavena Ponte Tresa (Va)
Ingresso libero dal Martedì alla Domenica dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00
Info line:
Alberto Lavit
+39 0332 312801 info@spaziolavit.com
+39 335 7119659 info@albertolavit.com



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere