ECONOMIA e FINANZA

Acquistare un’auto conviene? 7 motivi per NON farlo

August 12 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Acquistare un’auto conviene? Se sei in procinto di scegliere il tuo nuovo mezzo di trasporto, sicuramente sarai interessato a capire se l’acquisto di un’auto è la soluzione davvero giusta per te. Per anni siamo stati abituati all’acquisto di un veicolo, magari nuovo, perché era l’unica soluzione possibile. Oggi il mondo della mobilità è radicalmente cambiato, così come le esigenze di chi lavora e di chi vive il suo tempo libero in compagnia dell’auto. Sempre più italiani prendono in considerazione l’ipotesi di sistemi alternativi all’acquisto di un’auto nuova, come ad esempio il noleggio a lungo termine. Ma perché comprare un’auto è poco conveniente? Vediamo insieme 7 motivi per cui non dovresti assolutamente farlo.

Comprare un’auto si o no? Ecco perché dovresti evitare

Indeciso sull’acquisto di un’auto? Sappiamo bene che, quando si parla di investimenti, è sempre bene ponderare con attenzione ogni aspetto e rivolgersi le domande giuste. Se ti stai chiedendo se acquistare un’auto conviene, ecco i 7 motivi per non farlo e come trovare la giusta alternativa.

#1 – La svalutazione

Il nemico numero uno dell’acquisto di un veicolo è la svalutazione. La svalutazione colpisce OGNI veicolo: praticamente nessuno ne è indenne. Una volta acquistata un’auto e portata fuori dal concessionario, il suo valore sarà diminuito, anche solo il giorno dopo.

Se acquisti la macchina a rate, poi, potresti ritrovarti in un momento in cui l’ammontare delle rate che devi pagare supera il valore effettivo del veicolo sul mercato come auto usata. Potresti trovarti a fare i conti con la svalutazione soprattutto in caso di rivendita della tua auto. Infatti, non è raro che ti ritrovi a vendere la tua auto ad un prezzo drasticamente più basso rispetto a quello a cui l’hai acquistata, nonostante il veicolo sia “come nuovo” o quasi.

Il risultato? Perdi parecchio denaro, anche subito dopo aver acquistato l’auto.

#2 – Le modalità di pagamento: grossi capitali o rate pluriennali

Un altro aspetto da considerare nell’acquisto di un’auto riguarda le modalità di pagamento. In alcuni casi, è previsto un grosso esborso di denaro, a titolo di anticipo oppure per completare l’acquisto in un’unica soluzione. Questo ti costringe a rinunciare ad una quota di liquidità ingente.

In alternativa, dovresti prenderti carico di un pagamento rateale che può durare anche diversi anni. In questo caso, la svalutazione di cui abbiamo parlato nel motivo #1 potrebbe farti ritrovare a pagare un veicolo che sul mercato ha già un valore molto basso.

#3 – Pagamento del bollo (e altre tasse)

Il possesso di un’auto porta inevitabilmente a doversi far carico delle tasse e, in particolare, del bollo auto. Il bollo auto è un tributo regionale che tutti i possessori di un’auto sono tenuti a pagare. Questo deve essere versato annualmente da tutti coloro in possesso di uno o più veicoli, indipendentemente dal fatto che circolino o meno. L’ammontare del bollo varia a seconda di una serie di parametri, ma arriva facilmente a svariate decine di euro.

In più, se acquisti un’auto nuova, dovrai farti carico anche dell’immatricolazione. Se, invece, la acquisti usata, probabilmente dovrai fare i conti con il passaggio di proprietà, che può costare anche qualche centinaio di euro.

#4 – Ti ritrovi con un veicolo obsoleto

Un altro rischio che deriva dall’acquisto di un’auto è proprio quello di ritrovarti a guidare una macchina obsoleta. Ma perché accade questo? Generalmente chi acquista un’auto vuole tenerla per diversi anni, spesso finché non finisce il suo naturale ciclo di vita. Secondo il rapporto “L’Auto 2019 – Sintesi Statistica” di UNRAE, quasi il 60% delle autovetture appartiene alle classi da Euro 0 a Euro 4 su un parco circolante di 38.360.000 auto. L’età media si attesta attorno agli 11,5 anni. Praticamente 6 auto su 10 in Italia hanno più di 10 anni. Questo si traduce in minor efficienza, maggiori consumi, maggiore inquinamento. Se acquisti un’auto, dai per scontato di tenerla per svariati anni. Questo ti impedisce di godere di un veicolo tecnologicamente avanzato e di perdere sia in performance che in affidabilità.

#5 – Devi pagare l’assicurazione (salatissima per neopatentati)

Tasto dolente dell’acquisto auto: l’assicurazione. Come saprai, la polizza RCA è obbligatoria per tutti i veicoli. Dovrai quindi mettere in conto di dover sborsare una cifra più o meno alta per assicurare il veicolo ogni anno. I costi per l’assicurazione variano moltissimo a seconda di diversi parametri, dalla città di residenza alla tipologia di veicolo. Quello che possiamo dire è che, soprattutto se sei neopatentati e se non puoi usufruire della legge Bersani, ti ritroverai a pagare un conto salatissimo anche per un’utilitaria.

#6 – Rischio di spese improvvise

Il possesso di un veicolo non ti tutela da spese improvvise. Gli imprevisti, infatti, sono dietro l’angolo: un guasto tecnico può costare dalle poche decine di euro a svariate centinaia. Non vi è alcuna sicurezza sulla frequenza di questi episodi imprevisti: potresti ritrovarti a fare i conti con molte spese extra in qualunque momento. Questo impedisce di fare una pianificazione accurata e di sapere esattamente quanto costa mantenere un’auto annualmente.

#7 – In caso di incidente, il risarcimento sarà basso

Rimanendo in tema imprevisti, parliamo di quello che può succedere in caso di sinistro. Supponiamo che la tua auto subisca un sinistro e che sia completamente da buttare. La compagnia non ti verserà il costo per comprare un’altra auto con le caratteristiche della tua, ma ti rimborserà calcolando il valore di mercato che la tua auto ha al momento dell’incidente.

Come abbiamo già detto parlando di svalutazione, il valore di mercato può essere molto più basso di quello di acquisto: potresti ritrovarti con un risarcimento che copre a malapena le rate che ti restano da pagare. In più, ti ritroveresti anche senza auto.

L’alternativa all’acquisto: il noleggio a lungo termine

Abbiamo visto i 7 motivi per cui acquistare un’auto non conviene. Ma quali sono le alternative? Il noleggio a lungo termine è una delle migliori alternative all’acquisto. Il suo funzionamento è semplicissimo: potrai “affittare” il veicolo che desideri per un periodo di tempo variabile dai 18 ai 72 mesi. Durante questo lasso di tempo, dovrai preoccuparti solamente del versamento di un canone mensile fisso e preconcordato, che include TUTTO ciò di cui hai bisogno per guidare.

Il canone, infatti, include:

Utilizzo dell’auto
Tasse (bollo, immatricolazione…)
Assicurazione (RCA, Kasko, Furto e Incendio, Cristalli)
Soccorso stradale H24
Manutenzione ordinaria (tagliandi)
Manutenzione straordinaria
Noleggio a lungo termine VS acquisto auto: le differenze

Le differenze tra questi due sistemi sono moltissime. A differenza dell’acquisto, con il noleggio a lungo termine:

Sai sempre quanto spendi per la tua auto: il canone mensile è fisso e preconcordato al momento del contratto
Puoi scegliere l’auto che desideri, tenerla per un periodo di tempo variabile e, al termine del contratto, potrai restituirla oppure richiedere una proposta di acquisto
Zero sorprese: il canone include tutto ciò che ti serve per guidare. Non dovrai preoccuparti di tasse, assicurazione e spese improvvise
Se hai partita IVA, accedi ad interessanti detrazioni fiscali
Non hai problemi di svalutazione
Guidi un’auto sempre nuova, sicura e tecnologicamente avanzata
Non sostieni grossi esborsi di denaro
Se vuoi scegliere il noleggio a lungo termine e rivoluzionare la tua mobilità, siamo qui per aiutarti a trovare l’auto giusta. Contattaci ora per preventivi e richieste personalizzate. Consulta il sito City Rent per vedere le migliori offerte di noleggio e scegliere il veicolo perfetto per te.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Manolo Quaglia
Markerting & Sales Director - City Rent
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere