SPETTACOLO

Al via la nuova stagione di Che Comico al Ridotto di Salerno

October 20 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Accendono il tempio della comicità i vincitori di Zelig Champions Lab Salvatore Gisonna, Luca Bruno, Gennaro De Rosa, Gabriele Rega Vincenzo Comunale. Lo show firmato Alessio Tagliento sceglie Salerno per il suo debutto. Ancora attiva la “doppia” campagna abbonamenti al costo di 75 e 120 euro per 5 o 10 spettacoli: già sottoscritte 180 tessere.

Un piccolo spazio a favore di un grande lavoro creativo ed artistico. Il Teatro Ridotto, a quasi quarant’anni dalla sua nascita, conferma la sua vocazione: ospitare in magna pars la comicità con un occhio sempre teso alle nuove leve e all’evoluzioni temporali che la risata “subisce”. In quest’ottica prende il via la nuova stagione di “Che Comico”, dieci appuntamenti tutti da ridere distribuiti da ottobre ad aprile, messi in piedi dalla Gv Eventi con la direzione artistica di Gianluca Tortora.
Si parte sabato 21 ottobre alle 21 (si replica la domenica alle 19) con “Premio Charlot in tour”. Accendono il tempio della comicità i vincitori della Zelig Champions Lab: Salvatore Gisonna, Luca Bruno, Gennaro De Rosa, Gabriele Rega e Vincenzo Comunale. Lo show di Alessio Tagliento, umorista e storico autore di Zelig dal 2000, debutta a Salerno prima di partire per una lunga tournee.
Uno spettacolo di squadra, in cui ognuno dei protagonisti porta in scena il meglio del suo repertorio. Giovani istrioni come Comunale, reduce da Zelig o come Bruno e Rega, perle di rara capacità, assieme a due leoni del palco come Gisonna, da Made in Sud e De Rosa, onnipresente cabarettista strutturato, compongono un team d’assalto, insieme sul palco per accontentare tutti, sgretolando le convenzioni comiche e dimostrando che lo studio, la qualità e la ricerca di argomenti e situazioni paga sempre.
«Questo cartellone è una scommessa – spiega Gianluca Tortora, direttore artistico del Ridotto da 15 anni – non solo cabaret e monologhi ma anche spettacoli più articolati, nella speranza di avvicinare i giovani al teatro con una proposta artistica di qualità. Puntiamo su una comicità che non ha regione di appartenenza, ma solo bisogno di un pubblico disposto ad ascoltare e ridere».
INFO UTILI Dei dieci spettacoli in programma, cinque andranno in scena al Ridotto, cinque al delle Arti perché alcune rappresentazioni hanno bisogno di più spazio, sia in termini di palcoscenico che di platea. E così si sdoppia la campagna abbonamenti: 10 spettacoli al costo di 120 euro, oppure 5 (in programmazione al Delle Arti) al costo di 75 euro. Al momento sono già 180 le tessere sottoscritte, 80 per la stagione intera e 100 per quella mini.
UN PICCOLO SPAZIO CAPACE DI OSPITARE LE GRANDI IDEE Fondato nel 1979 da un gruppo di grandi amatori della finzione scenica, il Ridotto viene realizzato per ospitare lavori di teatro, incontri di spettacolo e momenti di riflessioni culturali. Dal 1989 cambia gestione e viene rilevato da una associazione culturale che fa capo a Claudio Tortora. Sul palcoscenico si sono alternati nomi provenienti da tutto lo stivale, come Francesco Paolantoni, Federico Bianco, Bellamio e Musico, Marco Carena, ma anche artisti di popolarità come Isabella Biagini, Vittorio Marsiglia, Fausto Cigliano. Il gruppo artistico de “La Rotonda”, punta di diamante del cabaret campano a quei tempi, l’ha fatta un po’ da padrona, insieme con la Compagnia Umoristica Salernitana, diretta da Luigi Esposito. Poi i primi monologhisti (Angelo di Gennaro, Angelo Belgiovine, il Mago Forest) fino ad arrivare ai giorni nostri con Alessandro Siani, Paolo Caiazzo, il trio Ardone Peluso Massa, Marco Cristi, Francesco Scimemi, Nello Iorio e tanti altri che proprio al Ridotto hanno iniziato il proprio cammino artistico.

Licenza di distribuzione:
Silvia De Cesare
Responsabile pubblicazioni - Silvia De Cesare
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere