Utenti registrati: 37482 - Testi pubblicati: 232989
Comunicati-Stampa.net TV.Comunicati-Stampa.net
CAT: ARTE E CULTURA


Leggi tutte le news della categoria

Scheda autore comunicato stampa
   Informazioni sull'autore del testo:
Autore: Giuseppe Filistad
Azienda: Associazione Dionysos - Art Promotion
Web: http://www.artpromotiontaormina.com/


Scheda completa di questo autore
Altri testi di questo autore
RSS di questo utente Feed RSS utente

Registrazione nuovi utenti

Richiedi l'accredito stampa gratuito, ti darà diritto all'invio di illimitati comunicati stampa e news, che vedrai pubblicati quì e sul network di siti affiliati a comunicati-stampa.net.

Accedi al modulo di registrazione
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo?
Leggi come procedere




Comunicato Stampa
Creative Commons - Attribuzione-Non commerciale 2.5
"APPUNTI DI VIAGGIO" Thomas Berra-Filippo De Mariano a Gualtieri Sicaminò

Pubblicato il 11/04/12 | da Giuseppe Filistad


In occasione della Settimana Cultura Nazionale, l’Amministrazione Comunale di Gualtieri Sicaminò promuove la Mostra di Arte Contemporanea con le opere di Thomas Berra e Filippo De Mariano, a cura di Giuseppe Filistad. Due giovani artisti, il milanese Berra e il messinese De Mariano, dialogheranno con le loro opere sul tema del viaggio. Un viaggio intimo, contemporaneo tra i paesaggi Siciliani reinterpretati da Berra e quelli Mediterranei di De Mariano in cui è sempre protagonista l’incerta condizione umana. La mostra è inserita nel cartellone degli eventi della Settimana della Cultura 2012 dell’Assessorato Politiche Culturali della Provincia Regionale di Messina e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Vernissage: Sabato 14 Aprile, ore 18.00 14/22 Aprile 2012 - Sala Polifunzionale Comunale - Gualtieri Sicaminò (ME)

Appunti di un viaggio metaforico, concettuale, di due artisti del nostro tempo.

Thomas viene dalla metropoli per eccellenza, subisce e vive le influenze dell’arte internazionale, i collettivi, i centri sociali, le performances e le esposizioni di artisti che arrivano dal nord del mondo.
Oggi Thomas, dopo un crescendo di esperienze espositive e collaborazioni con grandi artisti internazionali, ha maturato un concetto espressivo più elevato, la comunicazione tramite il segno, graffiante, semplice ma dal messaggio forte. Ha sottratto al disegno i colori vivi accesi, lo ha reso opaco, tenue, così da focalizzare tutta l’attenzione al segno puro.
Un viaggio il suo, interiore . Rappresenta la Sicilia con tre sedie, immagina così le colonne che sostengono l’isola dei Miti. La racconta all’osservatore con una figura, il viaggiatore, che si muove nello spazio tridimensionale dove aleggiano quattro “si”. Una figura appoggiata dal naso lungo, la bugia, che probabilmente, si rifà all’antico detto siciliano che una volta durante una delle sue frequent i visite a Taormina, parlando della situazione politico/economica siciliana gli dissi; “ a muru vasciu tutti s’appoiunu”, al muro basso si appoggiano tutti, la nostra terra alla quale tutti i “poteri forti”, come oramai la storia ci insegna, si sono appoggiati traendone benefici sempre rivolti a tanti, ma quasi mai alla Sicilia.
Intrigante il Sottomarino “Subculture”, il contenitore di una cultura che si muove “sotto”, una sottocultura appunto, che prima o poi emergerà, prepotente, intrigante con tutta la forza dell’arte giovane.

Filippo predilige la figura femminile. La Donna, la Madre.
La sua Donna, indipendentemente dai richiami e le influenze che può aver subito da grandi maestri della storia dell’arte, rappresenta la donna mediterranea, africana o siciliana che sia, sempre pronta alla maternità, a donare la vita così come sempre pronta a portare un fardello, nel caso specifico delle donne africane, di sofferenza, sacrificio. La forza dei colori tipicamente mediterranei rispecchia la Sicilianità di Filippo che si descrive “un cercatore di meraviglia, un apprendista visionario di sensazioni…”. Nei suoi viaggi dell’anima non dipinge solo figure, ma estrapola sensazioni traducendole in un messaggio fruibile al pubblico. In ogni opera il soggetto è inserito in un contesto che crea delle “quinte cromatiche”, inserisce dei messaggi, dei graffiti metropolitani che mandano messaggi subliminali. Il suo è un rap dell’anima una melodia etno-rock che ci coinvolge portandoci in un mondo assai lontano ma mai tanto vicino come oggi.

Oggi abbiamo il piacere di vedere i lavori di due artisti, tutti e due giovani promesse dell’Arte Italiana (quella con la A maiuscola), una avanguardia in una terra che attende di essere bonificata e resa rigogliosa e fertile dal seme della cultura italiana, quella vera.
Giuseppe Filistad


Link: http://www.artpromotiontaormina.com

Autore della pubblicazione:
Giuseppe Filistad
Responsabile pubblicazioni
Associazione Dionysos - Art Promotion
Vai alla versione stampabile di questa news - Versione in PDF Crea PDF di questa news
Info su chi ha pubblicato questo testo
Leggi altri testi dello stesso autore
Leggi altre news che trattano lo stesso argomento (ARTE E CULTURA)
» Clicca per leggere le ultime notizie pubblicate

ID: 164814


RSS Comunicati-Stampa.net, clicca per accedere alla pagina   Copyright © PuntoWeb.Net S.a.s.              Privacy | Regole servizio | Chi siamo | Pubblicità | Per la Stampa | Partners
 
PuntoWeb.Net Sas