INTERNET

Perché aprire un blog

February 9 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Perché dovremmo aprire un blog? Quali sono i primi passi da compiere una volta aperto. Scopriamolo in questo breve articolo.

Sono molte le persone e le aziende che al giorno d’oggi decidono di aprire un blog, appoggiandosi su piattaforme free o con un progetto vero e proprio di blog su misura. Scopo del blog è condividere passioni personali, traguardi professionali, esperienze in un determinato settore oppure in ambito professionale per promuovere i prodotti e servizi offerti dalla propria azienda, quindi un vero e proprio strumento di business per la propria attività.

Vediamo allora in questo articolo alcuni semplici consigli per ottenere il massimo dal proprio blog.

Scegliamo una precisa nicchia a cui rivolgerci

Per quanto banale possa essere, questo è l’errore più frequente dei blogger alle prime armi che presi dall’entusiasmo si dimenticano di individuare persone che condividono interessi e bisogni simili a cui rivolgersi.

Non copiare

Quello che scriviamo deve essere farina del proprio sacco. Avendo scelto una precisa nicchia a cui rivolgerci, avremo anche un preciso tema trattato nel nostro blog, e il tema sicuramente lo andremo a scegliere fra le nostre passioni/competenze. Quindi di esperienze personali da cui trarre ispirazione per i propri articoli ce ne saranno. Possiamo anche prendere spunto dalla concorrenza, ma non fare copia e incolla dal web. Rischiamo solo di venire penalizzati dai motori di ricerca.

Mettiamoci nei panni dei lettori

Anche se scriviamo spinti da passione ed entusiasmo, ricordiamoci di metterci nei panni dei nostri lettori offrendo un contenuto che risponda realmente alle loro esigenze e bisogni. Ricordiamoci anche di non utilizzare un linguaggio troppo tecnico da addetti al settore perché rischiamo solo di scrivere articoli incomprensibili.

Blog gratuito o pagamento


Tutto dipende dai nostri obiettivi. Se il blog è personale e scopo unico è quello di condividere con altre persone una nostra passione, quindi un blog esclusivamente ludico senza alcuna finalità di business, appoggiarsi ad una piattaforma free con un indirizzo che non sia un dominio personale può anche starci, ma se lo scopo è quello di fare business, e quindi è il blog della nostra azienda è una scelta obbligata fare un minimo investimento economico, a partire dal dominio, che sia il dominio principale o come sottodominio di quello principale, e magari rivolgersi a dei professionisti che ben ci sapranno consigliare su come impostare il progetto.

Curare i contenuti

Una volta pronta la bicicletta dobbiamo anche pedalare, quindi curarne i contenuti al meglio perché dia i suoi frutti. Non dare il compito di redare i contenuti all’ultimo arrivato o allo stagista di turno, ma ad una persona addetta al web marketing aziendale, o se non abbiamo tempo ad un’agenzia esterna.

Insomma il blog è un investimento per la nostra attività.

Conclusioni

Per finire non possiamo trascurare l’aspetto social. Ogni qualvolta pubblichiamo una novità dobbiamo farla conoscere al mondo, non rimanere isolati, e quale posto migliore delle piattaforme social per trovare dei seguaci.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Alessio Arrigoni
Responsabile pubblicazioni - Alessio Arrigoni
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere