ARTE E CULTURA

Arcade: Dipinti dal XV al XX secolo

September 22 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Il prossimo 5 ottobre, nella sede fiorentina di Borgo degli Albizi, la Casa d’Aste Pandolfini organizza la prima vendita del secondo semestre 2021 interamente dedicata alla Pittura Antica e dell’Ottocento: un catalogo ARCADE straordinariamente ricco di dipinti di scuola italiana e straniera, molti dei quali del tutto nuovi per il mercato, provenienti da collezioni private.

La sessione di vendita si apre con le opere antiche a partire dal Cinquecento, secolo rappresentato da una dolcissima MADONNA COL BAMBINO E SAN GIOVANNINO di Scuola fiorentina del XVI secolo, vicina ai modi di Michele di Ridolfo del Ghirlandaio, perla quale sono richiesti 7.000/10.000 euro, mentre molto prossima a Cima da Conegliano è una medesima scena di affetto materno, la MADONNA CON BAMBINO di Scuola veneta degli inizi del XVI secolo, stimata 25.000/35.000 euro.
Una interessante galleria di ritratti trasversale a Sei e Settecento, ci tramanda le effigi di regnanti e alti funzionari delle corti europee, ricchi mercanti e intellettuali fiamminghi, gentiluomini veneziani con eleganti giacche bordate d’oro e importanti condottieri, tra questi un RITRATTO DI GENTILUOMO di Scuola veneta del XVIII secolo valutato 6.000/8.000 euro mentre è valutato 20.000/30.000 euro il RITRATTO DI BARTHOLOMAEUS PAJELLO di Scuola Veneta del XVII secolo.
Allo stesso arco temporale appartengono alcune scene di genere, bei paesaggi e lussureggianti nature morte di fiori, frutta e animali, sia di area nordica che italiana come la NATURA MORTA CON PESCI E ARAGOSTA di Scuola napoletana del XVII secolo che è in catalogo a 6.000/8.000 euro, o la coppia di dipinti NATURA MORTA CON PESCHE, LIMONI E FICHI e NATURA MORTA CON UVA E MELE realizzate da Giovanni Paolo Castelli detto Lo spadino per le quali sono richiesti 5.000/7.000 euro.
L’età neoclassica conta su un nome davvero di spicco, Vincenzo Camuccini, eclettico protagonista della scena artistica romana, e conseguentemente internazionale, tra Settecento e Ottocento, suo un SAN GIOVANNI BATTISTA NEL DESERTO offerto a 4.000/6.000 euro.

Per quanto riguarda la sessione dedicata all'800 e del primo '900, il catalogo presenta circa centocinquanta opere delle diverse scuole pittoriche italiane che si apre con un raro dipinto di Lodovico Raymond, LA FESTA DELLE MARIE A VENEZIA, una festa tradizionale in uso nella città lagunare dal X al XIV secolo che ha ritrovato nuova vita in anni recenti, raramente dipinta questa bella rappresentazione è valutata è di 18.000/25.000 euro. Poi ricordi d’estate nella piccola ed elegante tela di Silvio Allason, LA PIATTAFORMA DI RIMINI in cui si vede la Pagoda, una delle tre strutture del primo stabilimento balneare di Italia, in una Rimini belle époque, l’opera è in catalogo a 2.000/3.000 euro.
La scuola toscana è ben rappresentata da BOVI IN PASTURA, un acquerello di Giovanni Fattori per il quale sono richiesti 2.500/3.500 euro e da dipinti di Giovanni Bartolena e Ulvi Liegi, del primo è NATURA MORTA CON NOCI, CASTAGNE, POMODORI E LIMONi, offerta a 3.000/5.000 euro mentre è del secondo VALSUGANA e CAMPAGNA SENESE PRESSO VICOBELLO, in catalogo entrambe a 3.500/5.500 euro.
Poi opere di Giovanni Lomi, Luigi Gioli, Ruggero Focardi e Renato Natali, mentre per la siciliana ricordiamo due vedute palermitane di Aurelio Catti, PORTA NUOVA e PALERMO DOPO LA PIOGGIA valutate rispettivamente 550/800 e 1.800/2.500 euro.
In catalogo anche gruppo di paesaggi e figure di ambito emiliano, con dipinti di Alfredo Protti, Carlo Corsi, Flavio Bertelli, Guglielmo Pizzirani, Giulio Fiori e Garzia Fioresi, e un interessante nucleo di gusto orientalista che comprende opere di Franco Rispoli, Henry d'Estienne e Riccardo Pellegrini del quale ricordiamo SCENE IN UN INTERNO MEDIORIENTALE, offerta a 3.000/5.000 euro.
Segnaliamo ancora due dipinti di Alessio Issupoff, PAESAGGIO INNEVATO CON CONTADINA E CAVALLO e NEL CORTILE DELLA FATTORIA entrambi stimati 3.000/5.000 euro.
Per il Novecento vengono presentate, tra le altre, due opere di Giovanni Colacicchi: NATURA MORTA CON STRUMENTI MUSICALI e LA MORTE DELLE FIGLIE DI NIOBE offerte rispettivamente a 3.500/5.000 e 5.000/7.000 euro, una NATURA MORTA CON VASI SU TAVOLINO di Gianni Vagnetti in catalogo per la cifra di 1.800/2.500 euro.
La sessione include anche alcune sculture di artisti quali Adriano Cecioni, Dante Ruffini, Bruno Catarzi, Ernesto Bazzaro, Ettore Ximenes e Annibale De Lotto.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere