EDITORIA

Art e Dossier, la rivista Giunti diretta da Philippe Daverio, va (anche) su iPad

June 15 2012
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente
CORRELATI:

Rilasciata oggi l’App della prima rivista italiana di divulgazione di storia dell'arte, diretta da Philippe Daverio. Contenuti speciali, straordinaria resa qualitativa delle immagini e modalità di fruizione la valorizzano ulteriormente aprendola a un nuovo pubblico.

“Dopo tanti anni la carta ti va stretta” afferma Philippe Daverio, direttore di Art e Dossier “e decidi di farti un vestito digitale. La versione iPad è un abito nuovo che Art e Dossier ha deciso di indossare – senza lasciare quello cartaceo – a partire dal mese di giugno 2012, ventisei anni giusti dalla sua nascita.”

La versione per iPad della prima rivista italiana di divulgazione di storia dell'arte è infatti disponibile su App Store a partire da oggi, poco dopo l’arrivo in edicola e in abbonamento della versione cartacea del numero di giugno.

L'applicazione propone anche numerosi contenuti speciali, in particolare video di mostre in corso, link di eventi o musei, e consente di apprezzare le opere d’arte con un altissimo livello di resa qualitativa.

L'innovazione, infatti, aggiunge qualcosa anche alla fruizione abituale delle immagini. In questo numero, per esempio, il raffronto tra due versioni della Medusa di Caravaggio può essere apprezzato "sfiorando" la superficie dell’iPad nello stesso riquadro di immagine; un'esperienza che può semplicemente velocizzare lo scorrimento delle immagini che si desidera confrontare fra loro ma anche, addirittura, renderlo più convincente.

Insomma, si aggiungono nuovi strumenti – raggiungendo così anche nuovi utenti - ma lo scopo resta quello di sempre: informare, sensibilizzare, divulgare, commentare.
Nella rivista si trovano il meglio dell'arte di tutte le culture e tutte le epoche raccontato da specialisti (anche nel farsi capire…) dei diversi campi di indagine, con grande attenzione al mondo della scuola e uno sguardo inquieto e combattivo sulla situazione precaria del patrimonio artistico nel nostro paese, tradottosi nella campagna Save Italy lanciata e strenuamente sostenuta da Philippe Daverio.

In questa fase di lancio è possibile scaricare gratuitamente un estratto della rivista, contente l'editoriale di Philippe Daverio e una selezione degli articoli sul tema portante del numero di giugno: l’arte del corpo; volendovi aggiungere anche il Dossier – dedicato al Paesaggio - il costo è di 0,79 euro.

L’App completa di Art e Dossier sarà in vendita dal numero di luglio a 2,99 euro, mentre l'abbonamento annuale costerà 24,99 euro (nella versione cartacea rispettivamente 5,90 e 48,00).

Link:

Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere