EDITORIA

Atteso seguito di Mal di Po, di Samuele Alinovi

November 20 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Valle Promessa è ora in edizione cartacea per Galassia Arte.

- Che cosa succederebbe se il giorno che stiamo vivendo fosse l’ultimo che ci è concesso di vivere? Te lo sei mai chiesto?
- Ti sembra il momento per porti queste domande?
- Ma almeno hai visto bene quello che c’è là fuori?
- Cioè?
- A te quella che cosa sembra? Credi che la fine del mondo sarà molto diversa?

***

Valle Promessa, edito Galassia Arte, l’atteso seguito di Mal di Po, romanzo che intreccia i percorsi individuali di Erica e Arcadio. Tra misteri del passato e speranze per il futuro si muove una nuova avventura, sullo sfondo del Po. Ci troviamo ancora a Comacchio, la storia dei due si snoda fra nuove atmosfere e antichi segreti, fra un’indagine poliziesca che li coinvolge e una realtà attorno, e pare immobile ed eterna, come sospesa in un limbo. Insieme alla loro, le altre vicende, che hanno radici lontane: nella storia della Romagna dell’Ottocento, nel dramma dei fiocinini e in quello di una terra, quella comacchiese, più volte violentata e saccheggiata. Mentre il passato, come sempre, ritorna e irrompe: una voce lontana, che sembrava sepolta, torna a farsi sentire; un amore proibito viene a galla, fra paura ed entusiasmo giovanile; il mistero di una vecchia maledizione conosce finalmente un esito, fra sofferenze antiche e recenti; la giustizia, man mano più vicina, cerca la verità di un crimine dimenticato e di un omicidio oscuro. Intanto la natura si ribella, punisce e si vendica; e fa tornare gli uomini primitivi e selvaggi. I fili della trama si intrecciano inesorabili, come il destino, come il Po. Poi, all’improvviso, qualcosa si spezza: e la storia si sposta sull’acqua, sui canali infiniti della Romagna, di questa anomala Valle promessa. Allora sembra che un vecchio legame possa riallacciarsi, che il passato possa ricomporsi; ma è solo un’illusione ed è la premessa del dramma, che vede a fatica una luce di speranza.

"Erano passati sì e no cinque minuti e l’imbarcazione, veloce fra le onde, era arrivata al frangiflutti, mentre la colonna d’aria si era fatta ancora più alta, scura e rumorosa: si sentiva già, sempre più vicino, l’odore rotondo del vento, la rabbia dell’umidità.
Quando Pablo si era messo a urlare che sembrava un disperato, un marinaio impazzito di qualche romanzo di mare: sbraitava frasi insensate, parole che volevano maledire il mare e sfidare la foga del vento.
Arcadio allora si era girato, d’istinto, all’indietro: il frangiflutti diventava via via più lontano e il pedalò cominciava a faticare ad andare avanti, respinto dal vento e dalla corrente contraria. Ormai era diventato impossibile anche parlarsi: l’aria che girava e squassava l’acqua faceva un rumore assordante.
Quindi Arcadio si era alzato in piedi, in equilibrio sulla tavola bianca del pedalò, e si era gettato in mare, deciso a trovare riparo sul primo scoglio che avesse trovato."

Samuele Alinovi è nato a Parma nel 1975 da genitori emiliani ma ha sempre vissuto a Bergamo dove risiede con i suoi due figli. Pianista e docente di italiano e storia, si divide fra attività musicale, insegnamento e scrittura. Nel 2015 ha esordito col suo primo romanzo, dal titolo Mal di Po: storia d’amore noir ambientata sul mare, a Comacchio, fra i canali e i suoi segreti. Valle Promessa rappresenta il seguito del primo romanzo ma, allo stesso tempo, si propone come un nuovo, ulteriore scavo nella storia, nei problemi e nel fascino della terra ferrarese e delle sue valli.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere