SICUREZZA INFORMATICA

Bancomat e prepagate, come prevenire le truffe

January 13 2015
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Con la diffusione della carte di debito e delle prepagate di pari passo sono sempre più frequenti sono le truffe agli sportelli, ma prevenire è possibile; ecco come fare.

L'utilizzo della moneta elettronica è in costante crescita perché è un sistema di pagamento che consente di ridurre il contante che ci portiamo appresso, o comunque permette a qualsiasi ora del giorno, in caso di necessità, di effettuare prelievi di contante.

Di pari passo si sono evoluti ladri e truffatori. Se da un lato ci protegge dai ladruncoli comuni con la ridotta circolazione del contante, dall'altro non siamo protetti dai ladri e truffatori elettronici.

Con l'aumento del numero di transazioni, aumenta anche il problema delle truffe on-line, con conseguente preoccupazione, più che lecita, da parte di noi consumatori. Sull'argomento voglio consigliarvi la lettura delle faq della Banca d'Italia.

Come possiamo prevenire le truffe?

Domanda più che lecita dopo la premessa. Come posso prelevare dallo sportello del bancomat in tutta sicurezza?

Per prima cosa quando dobbiamo fare un prelievo, prima di effettuare l'operazione guardiamoci attorno, e una volta in coda diffidiamo dai tipi troppo invadenti che cercano di gettare lo sguardo sul tastierino.

Altro consiglio meglio andare in sportelli situati all'interno della banca, sicuramente più al riparo da sguardi indiscreti.

Una volta di fronte all'apparecchio per il prelievo controlliamolo attentamente, potrebbero esserci nascoste video camere o esserci un tastierino sovrapposto, o peggio ancora esserci un no skimmer, un apparecchio situato all'altezza della fessura del bancomat in grado di decrittare i dati inerenti la banda magnetica del nostro bancomat.

Quando poi ci accingiamo ad effettuare l'operazione di prelievo, la fase più critica è quella in cui inseriamo il PIN, opportunamente è meglio coprire con il palmo della mano il tastierino, poi inutile ricordarlo, il PIN dobbiamo averlo scritto esclusivamente nella nostra mente, mai avere bigliettini, per di più assieme alla carta.

A operazione ultimata, qualora dovesse bloccarsi la carta nel dispositivo, o non vengano consegnate le banconote contattare immediatamente il numero verde di riferimento per bloccarla.

Infine tenere sempre sotto controllo i movimenti del nostro conto corrente bancario, entrare ogni tanto nel nostro home banking per dare un'occhiata male non fa, meglio un controllo in più che uno meno.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Alessio Arrigoni
Responsabile pubblicazioni - Alessio Arrigoni
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere