GASTRONOMIA

Barilla ha deciso di lanciare “Biscocrema”, il nuovo biscotto che fa sognare

December 2 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Pan di Stelle: dal biscotto con le 11 stelline a “love brand” nelle case di 8 milioni di famiglie italiane

Protagonista della colazione degli Italiani, Pan di Stelle da spin off di Mulino Bianco diventa nel 2007 un brand del Gruppo Barilla, arricchendo la propria gamma con merende, cereali, torte, fino alla Crema Pan di Stelle. Tra curiosità e numeri, ripercorriamo la storia e il presente di un brand sempre più amato dagli Italiani.

È il 1983 quando Mulino Bianco lancia sul mercato il suo primo biscotto da colazione al cacao Pan di Stelle, destinato ad entrare nell’immaginario collettivo delle famiglie italiane, associandosi fin da subito ai valori del sogno e della magia. Nel 2007 Pan di Stelle diventa un brand autonomo, dando vita a prodotti innovativi (merende, torte, cereali), che entrano subito in feeling con il gusto degli Italiani. Nel 2012 arriva sul mercato Mooncake, una soffice merenda costituita da pan di spagna al cacao che circonda un cuore di crema al cacao, più del 50% del prodotto, con solo 113 calorie. L’offerta Pan di Stelle si arricchisce poi nel 2019 dell’irresistibile Crema Pan di Stelle, la prima crema di cacao e nocciole con la granella dei celebri biscotti Pan di Stelle, rendendo ancora più unico il marchio che da sempre fa sognare le Persone.

A GENNAIO 2020 ARRIVA “BISCOCREMA”
Ora è la volta del “Biscocrema”: un biscotto dalla frolla al cacao, ripieno di crema Pan di Stelle e ricoperto da un sottile strato di cioccolato con “incastonata” l’iconica stella bianca di crema al latte. Come tutti i prodotti della gamma Pan di Stelle e dell’intero portfolio del Gruppo Barilla anche “Biscocrema” è senza olio di palma. Il nuovo “Biscocrema” coniuga sapientemente tre diverse componenti: la friabilità del biscotto al cacao, la cremosità della crema Pan di Stelle e la delicata croccantezza del cioccolato. Sarà venduto in monoporzioni da 28 grammi, contenenti due biscotti, la soluzione ideale per un consumo in casa oppure “on the go”, per valorizzare i momenti speciali. Dal punto di vista della produzione, la “sfida” di assemblare la frolla, la crema e il cioccolato con la stella di crema al latte in un biscotto è stata vinta attraverso l’utilizzo di un’innovativa tecnologia già in casa Barilla. Da questo punto di partenza gli esperti Barilla con il loro “saper fare” hanno sviluppato una linea produttiva esclusiva in grado di “assemblare” “Biscocrema”: un lavoro di altissima precisione viste le dimensioni ridotte e la delicatezza del biscotto.
Da gennaio 2020, arriverà sul mercato, insieme al nuovo “Biscocrema”, anche un nuovo formato famiglia da 480 g della Crema Pan di Stelle, oltre al classico vasetto da 330 g.
Oggi Pan di Stelle è un brand molto amato, seguito da milioni di persone, sui social o attraverso la app iSogni, e i suoi prodotti sono protagonisti di tante gustose ricette.

“Alla base del successo di Pan di Stelle – afferma Francesco Del Porto, Presidente Regione Italia del Gruppo Barilla – c’è la passione per il prodotto unita alla forza evocativa e alla magia di questa marca, che riporta tutti alla fanciullezza, che libera e tocca quella parte più spontanea e genuina di ciascuno di noi. Ma Pan di Stelle è anche attenzione alla qualità degli ingredienti, all’impatto che le filiere hanno sull’ambiente e sulle comunità. Un anno fa abbiamo lanciato un prodotto, la Crema Pan di Stelle, che ha avuto grande successo e ha contribuito a far crescere la categoria dell’11% a valore. Siamo orgogliosi di presentare oggi un biscotto che rappresenta un’altra tappa del percorso di questo marchio, che in pochi anni ha saputo entrare nel cuore delle persone. Nel brand Pan di Stelle ritroviamo tutti i valori del nostro unico modo di fare impresa, ‘Buono Per Te, Buono Per Il Pianeta’”.

PAN DI STELLE: LA MISSIONE DI UN MARCHIO CHE FA SOGNARE E METTE AL CENTRO LA QUALITÀ DEI SUOI PRODOTTI
Particolare attenzione viene riservata al profilo nutrizionale, conseguito grazie anche alla sostituzione dell’olio di palma principalmente con l’olio di girasole alto oleico a minor contenuto di grassi saturi.
Non basta la forza evocativa della marca a spiegare il successo di Pan di Stelle. Il riscontro positivo delle persone è stato infatti alimentato nel tempo dal modo con cui Pan di Stelle interpreta l’indulgenza.

DALLE NOCCIOLE AL CACAO “DA SOGNO”: ECCO GLI INGREDIENTI DEL SUCCESSO PAN DI STELLE
Così come i prodotti dell’intera gamma, “Biscocrema” racchiuderà all’interno tutta la bontà e la qualità straordinaria degli ingredienti Pan di Stelle, tra cui le nocciole 100% italiane. Come tutti i prodotti del Gruppo Barilla, anche Pan di Stelle ha eliminato completamente l’olio di palma, sostituendolo principalmente con l’olio di girasole, materia prima che sarà al 100% sostenibile entro il 2020 (lo è già oggi per il 70% degli approvvigionamenti). Inoltre, obiettivo del marchio è utilizzare entro il 2020 il 100% di farina di grano tenero da agricoltura sostenibile, in linea con i dettami della “Carta del Mulino” (mulinobianco.it/lacartadelmulino/). Si tratta di un insieme di 10 regole per la coltivazione sostenibile del grano tenero, con il quale Barilla non solo porta qualità nei prodotti, ma supporta il lavoro degli agricoltori e favorisce la biodiversità salvaguardando gli insetti impollinatori.
Qualità e sostenibilità non passano solo per le materie prime: “Biscocrema”, così come l’intera gamma Pan di Stelle, è “Buono per il Pianeta” anche perché ha un pack progettato per il riciclo.
Non da ultimo, è “Buono per le Comunità” in quanto il suo cacao è prodotto prestando attenzione anche alle necessità primarie di chi lo produce.

PAN DI STELLE SOSTIENE LE ATTIVITÀ DELLA FONDAZIONE COCOA HORIZONS
Pan di Stelle supporta i progetti in Costa d'Avorio promossi dalla Fondazione Cocoa Horizons, l’organizzazione senza scopo di lucro creata da Barry Callebaut, il più grande trasformatore di cacao al mondo. Con questo progetto, dal titolo “Un Sogno chiamato Cacao”, il brand, a partire dal 2017, finanzia interamente alcuni progetti speciali in Costa d’Avorio, come “Safe Water”, che ha visto la creazione di un pozzo nel paese di Djangobo, dove vivono quasi 7.300 persone, di cui circa 3.000 bambini, per dare a tutti acqua pulita e potabile. Quest’anno tra i progetti di estrema rilevanza, la costruzione di una scuola a Dahiri, che darà a oltre 300 bambini del villaggio la possibilità di imparare
a scrivere e leggere e che verrà inaugurata a dicembre 2019 (pandistelle.it/unsognochiamatocacao).

PAN DI STELLE, UN SOGNO 4.0 CHE NASCE E SI SVILUPPA IN ITALIA
La gamma Pan di Stelle viene prodotta esclusivamente in Italia. Nel principale stabilimento in Basilicata, a Melfi (PZ), dove si producono 650 milioni di Pan di Stelle l’anno e lavorano 350 addetti, Barilla ha investito 250 milioni di euro in trent’anni riuscendo, negli ultimi 10 anni, a dimezzare le emissioni di CO2 e ridurre i consumi di acqua di circa il 30%.

Per maggiori informazioni www.pandistelle.it
#NovitàStellari

Fonte: tutti i dati citati nel testo si riferiscono a dati ufficiali Nielsen

Il Gruppo Barilla
Barilla è un’azienda di famiglia non quotata in borsa, presieduta dai fratelli Guido, Luca e Paolo Barilla. Venne fondata dal loro bisnonno Pietro Barilla, che nel 1877 aprì una bottega di pane e pasta a Parma, oggi famosa in Italia e nel mondo per le sue eccellenze gastronomiche. Con i suoi marchi – Barilla, Mulino Bianco, Pan di Stelle, Gran Cereale, Harrys, Pavesi, Wasa, Filiz, Yemina e Vesta, Misko, Voiello, Cucina Barilla – promuove un’alimentazione gustosa, gioiosa e sana, ispirata alla Dieta Mediterranea e allo stile di vita italiano.
Quando apre la sua bottega oltre 140 anni fa, Pietro Barilla ha come parole d’ordine: fare cibo buono. Oggi, questo è diventato il modo di fare impresa di Barilla: “Buono per Te, Buono per il Pianeta”, che rappresenta l’impegno quotidiano delle oltre 8.000 persone che lavorano nel Gruppo e di una filiera che ne condivide valori e passione per la qualità.
“Buono Per Te” significa migliorare continuamente i prodotti, incentivare l’adozione di corretti stili di vita e favorire l’accesso al cibo delle persone. “Buono Per il Pianeta” significa promuovere filiere sostenibili, ridurre le emissioni di CO2 e i consumi di acqua nella filiera produttiva.
Per saperne di più, visitare: www.barillagroup.com; Twitter: @barillagroup




Licenza di distribuzione:
Mariella Belloni
Vicecaporedattore - Marketing Journal
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere