EVENTI

Biotech, la commissione nazionale si riunisce al Parco scientifico di Udine

May 8 /2012
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La Commissione nazionale sulle biotecnologie costituita dall'APSTI - Associazione Parchi Scientifici e Tecnologici Italiani e da Assobiotec si è riunita per la prima volta al Parco scientifico e tecnologico Luigi Danieli di Udine. Tra i temi all'ordine del giorno il lancio del sito web degli Italian BioParks e la carta dei servizi.

La Commissione Unitaria sulle Biotecnologie costituita nel 2008 grazie all’accordo di collaborazione fra Assobiotec (Associazione nazionale per lo sviluppo delle biotecnologie) e APSTI (Associazione nazionale dei parchi scientifici e tecnologici italiani), si è riunita per la prima volta presso le strutture del Parco Scientifico e Tecnologico Luigi Danieli di Udine, martedì 8 maggio 2012.

Il gruppo è composto da 12 membri che rappresentano i maggiori Parchi Scientifici e Tecnologici italiani – tra cui quello di Udine - specializzati nel settore delle biotecnologie. I temi trattai durante l’incontro riguardavano nello specifico il lancio del sito internet Italian BioParks, presto online, e la carta dei servizi ad esso collegata.

“Il sito web è permetterà alle imprese del settore biomedicale, che in Italia sono circa 350, di cui il 30% sono start up o spin off universitari ospitati all’intero dei Parchi scientifici e incubatori di imprese, di avere accesso ai servizi di tutti i parchi aderenti, compreso l’utilizzo di strumentazioni molto costose e perciò non presenti ovunque – spiega Francesco Senatore, coordinatore della Commissione Biotech – e anche di mettere in rete le imprese italiane, soprattutto quelle di piccola dimensione”
“Questo è un settore ad alto rischio e il mercato biotech italiano – continua Senatore – è composto da un numero di aziende relativamente piccolo se confrontato con l’estero. La Commissione sta cercando di creare un cluster nazionale delle biotecnologie che permetta maggiori collaborazioni interne e anche di porsi come interlocutore più forte nei confronti delle istituzioni nazionali e internazionali”.

La valorizzazione dei risultati della ricerca nell’ambito delle scienze della vita richiede infatti degli investimenti iniziali notevoli e il supporto alle nuove imprese che in questo settore si trovano fin dall’inizio ad affrontare la sfida della competizione internazionale è la missione della Commissione.

L’incontro è stato anche l’occasione per presentare alla Commissione Biotech nazionale alcune realtà del settore insediate al Parco di Udine: l’Istituto di Genomica Applicata e la relativa società IGA Technology Services srl, Turval srl e Transactiva srl.

Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Francesca Pozzar
Responsabile Comunicazione e Marketing - Friuli Innovazione
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere