SOCIETA

Bisogna andare oltre per scoprire mondi nuovi

August 7 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

MySecretCase presenta “Disabile DesiderAbile”; la campagna che rovescia i tabù, in nome del diritto al piacere inclusivo e universale

“Bisogna andare oltre per scoprire mondi nuovi”. È questa una delle 120 storie che prende voce attraverso “Disabile DesiderAbile”, la campagna oltre i tabù con cui MySecretCase, il brand che ha cambiato l’immaginario sulla sessualità in Italia e primo shop online per il piacere delle donne e delle coppie, vuole raccontare desideri, testimonianze e storie di persone con disabilità e caregiver; e lo fa proprio in occasione della Giornata mondiale dell’orgasmo, attraverso un grido liberatorio, un invito alla riflessione, a vivere la sessualità oltre i pregiudizi, oltre l’ossessione di corpi perfetti e performanti, affinché il diritto al piacere diventi realmente inclusivo e universale.

“Vogliamo un mondo in cui l’espressione sessuale di una persona con disabilità e di una senza disabilità siano percepite allo stesso modo, ma per arrivare a questo obiettivo dobbiamo prima lavorare insieme perché tutti abbiano ascolto e accesso ad una sessualità sana, libera e il più autonoma possibile. Il benessere sessuale è stato inserito dall’OMS tra i diritti primari dell’uomo ma sappiamo bene che, in alcune condizioni, rappresenta una dimensione “esclusiva” che spesso necessita di risposte istituzionali e che, ancora oggi, viene liquidata da alcuni Media con una retorica del pietismo, ben lontana dalla realtà di persone DesiderAbili: abili, appunto, di desiderio” dichiara Norma Rossetti, Founder di MySecretCase.

“Proprio per questo abbiamo deciso di coinvolgere, attraverso un sondaggio, le Associazioni di categoria, tutti i nostri utenti, personalità, come Valentina Tomirotti – scrittrice, attivista e influencer – e Max Ulivieri – fondatore di Love Giver – che da anni si occupano di questi temi e di pianificare, con l’aiuto di esperti e sessuologi, un ciclo di dibattiti e consulenze gratuite, online sui canali social, rivolte a persone con disabilità, caregiver familiari e a tutte le persone interessate” continua Norma Rossetti.

Ma è davvero necessario, in Italia, un progetto che si occupi di questi temi? La risposta la ritroviamo nei dati: dai risultati del sondaggio, diffuso a giugno e a luglio alle Associazioni italiane che si occupano di disabilità e supporto ai caregiver familiari e agli utenti di MySecretCase. Emerge, infatti, che il 56% dei disabili vive la sessualità con il proprio compagno, il 31,7% la vive in solitudine, il 6,1% con una lavoratrice del sesso e quasi il 10% dei caregiver ricorre a questa figura per supportare il proprio familiare. Se, infatti, circa il 60% degli utenti vive la sessualità all’interno della coppia, il 14,6% sostiene di non avere mai avuto alcun tipo di relazione e di non sentirsi a proprio agio con la sessualità, né in solitudine, né in coppia, l’8,5% vive – invece – solo l’autoerotismo e ben il 38% vive la sessualità in modo naturale, sia in coppia e sia in solitudine.

Non solo! Il 94% dei disabili, il 100% dei caregiver intervistati e il 98% degli utenti di MySecretCase ritiene, inoltre, necessario che il percorso terapeutico e di cura venga affiancato, da parte delle istituzioni, da un percorso con una psicologa o una sessuologa; quasi il 50% degli utenti ritiene che i sex toys abbiano avuto un ruolo importanti nella scoperta del proprio piacere personale e di coppia. Il 92,7% dei disabili, l’85,7% dei caregiver familiari e il 93% degli utenti di MySecretCase, risulta, inoltre, d’accordo con la legalizzazione, in Italia, della figura dell’Assistente sessuale, un operatore che dopo un percorso di formazione psicologico, sessuologico e medico, è in grado di aiutare le persone a vivere un’esperienza erotica, sensuale o sessuale oltre che personale ed affettiva.

Dal sondaggio è emerso infine che il problema delle persone con disabilità non è tanto una vita sessuale carente quanto piuttosto una scarsa rappresentazione: la quasi totalità degli utenti di MySecretCase senza disabilità, ha riflettuto per la prima volta sulla questione sesso e disabilità, proprio perché non è una tema che rientra nella conversazione mediatica con fluidità. La community dei nostri utenti si è mostrata ricettiva e curiosa sull’argomento ed è proprio a loro che dedichiamo la campagna, le interviste e gli approfondimenti.

La campagna di MySecretCase è quindi: un sondaggio nazionale, una campagna visiva di autoritratti sul canale Instagram di chi affetto da disabilità o malattie croniche ha deciso di metterci la faccia, interviste, testimonianze scritte e un ciclo di dibattiti e dirette Instagram – con le sessuologhe del team e personalità che da anni si occupano di questi temi. Il primo incontro online “Parliamo di orgasmo”, è andato in onda 31 luglio, in occasione della Giornata mondiale dell’orgasmo, in co-diretta con Valentina Tomirotti. Le date dei prossimi appuntamenti saranno pubblicate – sui canali social – a partire da fine agosto. Un piccolo spoiler sui temi? “Come seduco una donna” con Max Ulivieri, “Mi avevano detto che con la Chemio il desiderio sarebbe calato” con Fraintesa, “Sesso, intimità e trasformazioni” con Ginevra di Spirito e “Innamoramento e romanticismo” con Iacopo Melio.

Tutti coloro che lo vorranno potranno collegarsi all’account di MySeceretCase https://www.instagram.com/mysecretcase/ seguire la diretta, fare domande e chiedere consigli.

Licenza di distribuzione:
Mariella Belloni
Vicecaporedattore - Marketing Journal
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere