SOCIETA

Blue Monday 2021: E se fosse un’occasione di crescita?

January 26 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Nessun anno sembra migliore del 2021 per imparare a reagire in modo costruttivo alle sfide della quotidianità. Ecco allora i consigli di uno psicologo di ProntoPro per sopravvivere al Blue Monday in modo costruttivo, imparando ad accogliere la tristezza come un sentimento comunque utile e importante.

Il terzo lunedì di gennaio viene da qualche anno identificato come Blue Monday, un’espressione coniata da uno psicologo inglese e resa famosa dalla campagna pubblicitaria di una compagnia aerea, ma velocemente entrata nell’immaginario comune per descrivere il giorno più triste dell’anno. Le festività sono un lontano ricordo, la bilancia segna qualche chilo di troppo dovuto proprio ai bagordi natalizi, in molti luoghi (almeno nell'emisfero nord del pianeta) le giornate sono piovose e poco luminose, non c’è quindi da stupirsi se in molti si sentono rappresentati da tale espressione.

ProntoPro.it, portale di riferimento per domanda e offerta di servizi professionali, ha voluto interrogare Marco Scopel, psicologo psicoterapeuta tra i più recensiti e richiesti, per capire se esiste qualche trucco per reagire al Blue Monday, trasformandolo magari anche in occasione di crescita. “Personalmente sconsiglio di demonizzare le giornate tristi, viviamo in una società che sembra rifiutare questo tipo di sentimento, ma è importante accettare che non siamo sempre al top della nostra forma fisica e mentale, farsi attraversare dalla tristezza e capire cosa la causa può aiutarci a stare meglio – afferma lo psicologo – ecco perché vi voglio proporre alcuni consigli per reagire al Blue Monday in modo costruttivo”.

1. Risveglio muscolare
La tristezza e l'insoddisfazione svaniscono dopo una scarica di serotonina stimolata da una buona attività fisica. “Iniziare la giornata con un po’ di movimento è un’ottima abitudine – afferma lo psicologo di ProntoPro - aiuta ad affrontare con energia e lucidità gli impegni quotidiani”. Si può iniziare con piccoli cambiamenti come prendere le scale invece di usare l'ascensore, andare in bicicletta o a piedi al lavoro o a fare la spesa.

2. Un'esperienza nuova ogni giorno
Ingannare la propria mente introducendo qualcosa di nuovo in ogni giornata è il modo migliore per trasformare la tristezza in scoperta. Prendere un percorso diverso per andare al lavoro, o un diverso mezzo di trasporto. Cucinare un piatto che non avete mai provato, o svolgere compiti che non eravate abituati a fare prima, vi aiuterà a non sentire il peso della routine.

3. Trova una passione
“I molti pazienti che ho seguito nel 2020 hanno evidenziato una grande capacità negli italiani nell’adattarsi al confinamento forzato, introducendo nella propria vita degli hobby dimenticati o rimandati per anni, a causa dei molti impegni lavorativi e familiari”, racconta Marco Scopel. È importante trovare qualcosa che accenda una passione dentro di noi, per sentire che vale la pena di godersi quel momento. Anche chi crede di non averne una, può sperimentare, bisogna essere curiosi e aperti alle novità, anche se questo significa uscire dalla propria zona di comfort.

4. Non paragonarti agli altri
A volte la tristezza è generata dal fatto che la propria vita sembra noiosa paragonata a quella di amici e familiari. Una sensazione fortemente accentuato dall’utilizzo dei social network, attraverso i quali ci siamo abituati a vedere soprattutto immagini positive e vincenti. È importante imparare a focalizzarsi su ciò che di buono c’è nella nostra vita, un buon esercizio può essere ogni sera, prima di addormentarsi, pensare a un evento positivo della giornata, o a una persona che siamo grati di avere nella nostra cerchia di amici e familiari.

5. Premiati
“Coccolarsi un po’ è uno dei modi migliori per attenuare la tristezza – spiega lo psicologo di ProntoPro – Nei giorni in cui non ci sentiamo al meglio possiamo concederci quel pezzo in più di cioccolata, il nostro piatto preferito, l’ascolto di una canzone o la visione di un film in grado di regalarci subito un po’ di buonumore”.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere