SALUTE e MEDICINA

Caffè verde come antiossidante

January 20 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Il caffè verde è un antiossidante 4 volte più potente del the verde, grazie alla presenza di acido clorogenico. Infatti esso neutralizza i radicali liberi presenti nell'organismo umano, contrastando la degenerazione cellulare, e lo sviluppo di malattie croniche.

Il caffè rappresenta la bevanda più consumata al mondo, utilizzata da secoli per le sue virtù toniche-energetiche e per ridurre l’eccessiva STANCHEZZA FISICA E MENTALE. Attraverso il processo di tostatura o torrefazione, i semi di caffè acquisiscono un caratteristico ed inconfondibile aroma ma, purtroppo, questo succede a discapito di svariate sostanze nutritive che, essendo termolabili, vengono inevitabilmente degradate dall’alta temperatura utilizzata (200 – 250° C), che può portare addirittura alla carbonizzazione della cellulosa contenuta nei chicchi.

Oltre alla degradazione delle sostanze nutritive, nella tostatura del caffè avviene anche un processo (detto reazione di Maillard), in cui attraverso la combustione di carboidrati e proteine si possono formare, oltre alle sostanze aromatiche caratteristiche del caffè tostato, anche sostanze potenzialmente pericolose per la nostra salute (ad esempio: l’acrilamide, sostanza tossica e mutagena). Quindi il caffè verde e quello tostato hanno in comune solo l’effetto tonico-stimolante dovuto alla caffeina che, essendo stabile anche ad alte temperature, viene degradata solo in misura minore.

Solo recentemente si sono riscoperte la eccezionali proprietà del caffè verde, note da secoli ma fino ad oggi un po’ troppo sottovalutate. Il caffè verde contiene molte sostanze antiossidanti, tra cui la più conosciuta e abbondante è l’acido clorogenico, potente ANTIOSSIDANTE NATURALE che riduce lo stress ossidativo causato dai radicali liberi e può proteggerci dall’azione di sostanze tossiche e mutagene.

Tuttavia, con la torrefazione il caffè perde più del 90% di tale sostanza.

L’azione del caffè verde che interessa di più è sicuramente quella DIMAGRANTE, infatti il caffè verde possiede un effetto “brucia-grassi”, cioè promuove l’utilizzo dei grassi come “combustibile” per produrre energia.

Alcuni studi scientifici hanno evidenziato che la caffeina può favorire il catabolismo lipidico nelle cellule adipose. Studi effettuati sull’uomo hanno dimostrato che può aumentare la spesa energetica, migliorare le condizioni cliniche dei pazienti diabetici, promuovere il consumo di glucosio e, se assunta prima dell’esercizio fisico, favorire l’aerazione ed aumentare la lipolisi.

L’acido clorogenico, assieme ai suoi composti correlati, ha dimostrato di poter ridurre l’aumento del peso corporeo e l'accumulo di grasso viscerale. La caffeina sopprime l'assorbimento dei grassi, mentre l'acido clorogenico può stimolarne il metabolismo nel fegato e può inibire il metabolismo del glucosio a livello epatico.

Alcune ricerche hanno indicato che il consumo di caffè verde può portare a riduzioni del peso corporeo a lungo termine, un effetto che probabilmente è collegato ai noti effetti termogenici della caffeina e agli altri composti farmacologicamente attivi presenti nell’estratto di caffè verde.

Oltre agli effetti tonici e dimagranti, il caffè verde possiede diverse altre proprietà benefiche che lo rendono unico. Risulta utile per aumentare le performance atletiche riducendo la stanchezza e l’affaticamento, possiede un’azione cardiotonica, promuove la digestione e favorisce la diuresi e il drenaggio dei liquidi corporei.

Riassumendo i semi di caffè verde possiedono le seguenti proprietà:

- Azione tonica, dovuta principalmente alla presenza di caffeina (migliore tono muscolare, aumento capacità d’attenzione e concentrazione mentale);

- Sostegno metabolico (effetto termogenico, cioè promuove l’utilizzo dei grassi come “combustibile” per produrre energia, il cosiddetto “effetto brucia-grassi”).

- Aumento delle performance atletiche (riduzione della stanchezza e dell’affaticamento);

- Azione cardiotonica (aumento della contrattilità cardiaca e del numero di pulsazioni);

- Azione antiossidante (dovuta principalmente all’acido clorogenico);

- Azione digestiva (aumenta la secrezione gastrica);

- Azione diuretica e di drenaggio sui liquidi corporei;

http://www.erboristeriarcobaleno.com/antiossidanti.html



Licenza di distribuzione:
Gentilin Maria Cristina
Titolare - ERBORISTERIA ARCOBALENO
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere