ECONOMIA e FINANZA

Case in vendita, il “mattone” torna ai livelli del 2010

May 16 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Compravendite immobiliari: l’Istat conferma una crescita del 4,7% nel 2018 rispetto all’anno precedente su tutto il territorio nazionale.

Il 2018 è stato un anno da incorniciare per il mercato del “mattone”, che segna una crescita rilevante delle transazioni immobiliari e torna a raggiungere i livelli del 2010. Lo dicono i dati Istat: nell’ultimo trimestre dello scorso anno le compravendite sono aumentate del 4,7% rispetto al trimestre precedente. Un dato assolutamente positivo e in linea con i risultati registrati anche da Cambio Casa, l’agenzia immobiliare a Taranto sempre pronta a raccogliere le nuove sfide del mercato degli immobili.

A trainare la crescita è il settore abitativo (+4,4%), ma considerevole è anche il contributo fornito da quello economico (+10,5%). Confrontando i dati su base annua, l’incremento è ancor più consistente: +7,6% delle compravendite immobiliari rispetto al IV trimestre 2017, con il settore abitativo che registra un +7,8% e quello economico un +4,6%.

Insomma, il mercato immobiliare per il 2018 è cresciuto complessivamente del 4,7% rispetto all’anno precedente confermando tutte le aspettative degli analisti. Ma quello che colpisce è il fatto che la crescita abbia riguardato l’intero territorio nazionale. Ad andare più veloce sono state le Isole (+10,1%), seguite dal Nord-est (+9,9%), Centro (+9,7%) e Nord-ovest (+7,4%). E seppur più contenuta, la ripresa del “mattone” non ha risparmiato neppure il Sud, che registra un +2,8%. Il mercato immobiliare è stato inoltre positivo sia per le città metropolitane (+8,1%) che i piccoli centri (+7,6%).

Spostando l’attenzione sul comparto economico, anche qui c’è da segnalare una crescita generalizzata in tutti il Paese, con in testa il Nord-ovest (+5,7%), seguito da Nord-est (+5,1%), Centro (+4,8%), Sud (+2,8%) e Isole (+2,1%). Anche in questo caso bene le città metropolitane (+5,8%) e i piccoli centri (+3,8%). A spingere verso l’alto le transazioni immobiliari non è solo la fase congiunturale positiva del comparto ma anche una maggiore facilità di accesso al credito per l’acquisto degli immobili con i mutui cresciuti del 3,6% nel 2018.

E anche di mutui ipotecari si occupa Immobiliare Cambio Casa che, insieme alle tantissime proposte di case in vendita a Taranto e altre tipologie di immobili, aiuta i suoi clienti a cercare la migliore soluzione d’investimento adatta per ogni esigenza.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Alessandro Farucci
Responsabile pubblicazioni - Deslab.it sas
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere