EDITORIA

“Centergross. Una storia di famiglie”: 40 anni e 40 aziende nel 1° volume di una collana che racconta i protagonisti di un modello di successo

November 27 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Quarant’anni fa un gruppo di pionieri fondava quello che sarebbe diventato il più importante distretto del pronto moda. Oggi Centergross festeggia l’anniversario con il lancio di un libro – il primo di una serie che andrà a raccontare tutte le aziende che oggi popolano il Centergross – che raccoglie le storie di chi con lungimiranza ha scommesso in questo modello. Una narrazione corale carica di passione e freschezza. Nei prossimi mesi, grazie alla collaborazione tra Alma Mater Studiorum Bologna e Centergross, una nuova collana di approfondimento sui più performanti modelli di business del più importante distretto all’ingrosso d’Europa.

Bologna_I primi 40 anni di Centergross, il più importante distretto pronto moda d’Europa, sono un traguardo significativo. Nel 1977 è nata una comunità costituita non solo da aziende ma da persone: famiglie che hanno scommesso su questo modello, e hanno contribuito a costruirlo, anno dopo anno, condividendo spazi e soprattutto una visione pioneristica, all’epoca considerata un po’ folle, in quanto precorreva i tempi.
Imprenditori che sono veri eroi contemporanei: a loro dedicato un progetto editoriale fortemente voluto dalla Presidente di Centergross Lucia Gazzotti e dal Consiglio di Amministrazione.

Centergross. Una storia di famiglie. Racconti di imprese straordinarie, edito e stampato nel mese di novembre 2017 da Bonomo Editore, è stato progettato e curato da OMNIA Relations con l’importante contributo di tutto lo staff di Centergross, Studio Fuoribordo e degli studenti di LU.NA. Liberà Università delle Arti. Si tratta del primo volume di una serie che, di capitolo in capitolo, racconterà le quasi 700 aziende del grande distretto.

A quarant’anni dalla sua nascita, questo volume fa il punto sulla strada percorsa insieme da chi vive quotidianamente il Centergross come una casa. E lo fa dando voce e penna ai suoi protagonisti, mettendo in primo piano il fattore umano, vero motore dello sviluppo di un’impresa familiare. Perché al di là dei numeri, dei volumi di affari, dei bilanci, ci sono le persone. Roberto, Gabriele, Riccardo, Valerie, Antonella e tutti gli imprenditori che in questi mesi hanno aperto le loro porte si sono raccontati.
Le loro storie compongono questo primo mosaico: 40 aziende per 40 anni di attività, da scoprire pagina dopo pagina. Una narrazione che è diventata anche audiovisuale grazie alla creazione di pillole video.

Le celebrazioni dei quarant’anni del Centergross sono state prima di tutto occasione di approfondimento, formazione e visione per il Distretto. Da qui la nascita di una “collana emozionale” fatta di storie e di persone e una “collana di studi e ricerche” avviata con con l’Università di Bologna, in particolare con il Dipartimento di Scienze Aziendali, che vedrà la luce nei prossimi mesi sotto la regia di Mariachiara Colucci, Prosessoressa Associata di Economia e Gestione delle Imprese dell’Università di Bologna.

“Analizzeremo realtà simili per la categoria merceologica ma allo stesso tempo diverse nel modo di fare business. Saranno analizzate sei aziende-modello evidenziandone i driver della crescita che hanno permesso loro di essere quello che sono oggi. Il Dna di questi imprenditori è quello di grossisti che poi si sono spostati verso la produzione. Sarà molto interessante vedere come questo cambiamento ha avuto luogo, come si è modificato il modello di business negli anni. Grande attezione sarà data anche alle sfide del futuro: quali sono e come saranno affrontate. Non da ultimo, dall’analisi sarà importante far emergere quale è stato e quale è il ruolo di Centergross, perché la stessa realtà cresciuta e sviluppata in un altro contesto avrebbe dato esiti probabilmente molto diversi. Le sinergie, le complementarietà ma anche uno spirito di competizione che esiste tra queste realtà, ha dato vita a questo sistema, che è proprio un ecosistema molto fertile, interessante da studiare e quasi unico nel suo genere”.

Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere