AZIENDALI

Certificazione Halal: uno strumento al servizio della tracciabilità dei prodotti alimentari

March 19 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

L'obbligo legislativo della tracciabilità aiuta la certificazione halal

Il Regolamento CE 178/2002 ha introdotto l'obbligatorietà della tracciabilità e rintracciabilità lungo la filiera alimentare. Le aziende si sono attrezzate con sistemi documentati per garantire il rispetto di tale requisito, a maggior tutela dei consumatori.
L'approccio alla rintracciabilità dei prodotti alimentari si può applicare anche allo studio dettagliato della composizione degli alimenti composti da numerosi ingredienti, al fine di individuare la presenza di sostanze (sottoingredienti, additivi) desiderabili o no. Si pensi, per esempio, alla necessità dei consumatori di fede musulmana che devono poter conoscere se in un prodotto alimentare sono presenti ingredienti, o componenti di tali ingredienti, che sono non ammessi nella loro dieta, secondo il loro credo.
ICB Quality è un ente di certificazione Halal: attraverso uno scrupoloso studio dei prodotti alimentari da certificare e di tutti i loro ingredienti, la certificazione Halal rilasciata da ICB Quality permette di tracciare/rintracciare la possibile presenza di sostanze non ammesse nei prodotti Halal. Le aziende alimentari che si dotano di una certificazione HALAL possono attestare a tutti i consumatori la scrupolosità nella produzione dei propri prodotti, lungo tutta la filiera, nonché la conformità del prodotto alimentare ai principi dell'Islam.



Licenza di distribuzione:
Giovannimaria Crivellaro
Resp. Marketing - ICB QUALITA' SRL
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere