SOCIETA

Cinque progetti di servizio civile per le Acli di Arezzo

September 7 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Dal sostegno alle famiglie all’assistenza agli anziani, fino alla promozione della pratica sportiva. Le Acli provinciali di Arezzo presentano i nuovi progetti dedicati ai giovani interessati ad entrare nel mondo del lavoro attraverso l’esperienza del servizio civile, proponendo diversi percorsi d’impiego nei vari ambiti operativi interni all’associazione. Per il 2018-2019 saranno assegnati cinque posti ai ragazzi tra i 18 e i 28 anni che dovranno presentare la loro candidatura entro il termine di venerdì 28 settembre per trovare così occupazione nelle sedi di Arezzo e di Sansepolcro. Le Acli nazionali hanno stilato un totale di ventisei diversi progetti di servizio civile e, tra questi, le Acli provinciali hanno individuato quelli più adatti al territorio aretino, alle esigenze dei suoi cittadini e al lavoro quotidianamente svolto negli uffici locali.

Dal sostegno alle famiglie all’assistenza agli anziani, fino alla promozione della pratica sportiva. Le Acli provinciali di Arezzo presentano i nuovi progetti dedicati ai giovani interessati ad entrare nel mondo del lavoro attraverso l’esperienza del servizio civile, proponendo diversi percorsi d’impiego nei vari ambiti operativi interni all’associazione. Per il 2018-2019 saranno assegnati cinque posti ai ragazzi tra i 18 e i 28 anni che dovranno presentare la loro candidatura entro il termine di venerdì 28 settembre per trovare così occupazione nella sede di Arezzo in via Guido Monaco e nella sede di Sansepolcro. Le Acli nazionali hanno stilato un totale di ventisei diversi progetti di servizio civile e, tra questi, le Acli provinciali hanno individuato quelli più adatti al territorio aretino, alle esigenze dei suoi cittadini e al lavoro quotidianamente svolto negli uffici locali. Il duplice obiettivo è infatti di individuare percorsi lavorativi in grado di assecondare le passioni e le prospettive dei giovani ma, allo stesso tempo, anche di permettere loro di svolgere un incarico realmente formativo e utile per la comunità.

Nella sede di Arezzo si svolgeranno quattro progetti: “Donne come voi!” rivolto alle lavoratrici domestiche italiane e straniere per sostenerne i diritti e per metterle in relazione con le richieste occupazionali; “Direzione diritti” per contribuire al superamento del rischio di povertà e marginalità attraverso servizi di accoglienza, supporto, ascolto, informazione, consulenza e collegamento con reti di condivisione sociale; “Valore sport” per favorire l’inserimento sociale dell’individuo mediante la promozione e la pratica sportiva; e “Ancora giovani, nonostante l’età” per prevenire e combattere lo stato di non autosufficienza e di solitudine tipici della terza età. A Sansepolcro sarà invece attivato “Sistema sociale e famiglia” per garantire un apporto alle famiglie in cui sono presenti soggetti deboli come minori, disabili e anziani, sostenendo le pratiche di cura ed assistenza. I cinque progetti attivati sono coordinati da Riccardo Sestini che, con la collaborazione di Andrea Gallorini e Marta Mazzi, accompagnerà i giovani anche nel percorso di formazione alla conoscenza dell’universo e delle finalità che animano l’operato delle Acli al servizio del territorio aretino. «Il servizio civile - commenta il presidente Stefano Mannelli, - può rappresentare per tanti giovani un primo passo nel mondo del lavoro dopo il diploma o dopo la laurea. Questa esperienza annuale permetterà loro innanzitutto di avere una forma di reddito, poi di vivere una preziosa occasione di crescita personale, di ottenere un impiego utile per il territorio e di aprirsi futuri orizzonti professionali».

Licenza di distribuzione:
Marco Cavini
Responsabile pubblicazioni - Uffici Stampa Egv di Cavini Marco
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere