SALUTE e MEDICINA

Cistite: un vero nemico per molte donne, ma anche per tanti uomini

May 6 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

L’argomento dovrebbe essere interesse a 360°, anche perché tutti ne soffrono almeno uno o più volte nella vita.

Le infezioni urinarie possono essere un problema ricorrente, cioè una infezione non facilmente debellabile la prima volta e che si può ripresentare più volte durante l’anno. Ne sono interessati sia uomini e che donne, anche se bruciori vescicali e cistiti interessano una donna su due, con recidive nel 30% dei casi. Nella stragrande maggioranza si cerca di trattare queste infezioni con antibiotici, che spesso rappresentano un sollievo solo temporaneo e non una garanzia contro il ritorno dei sintomi. Sappiamo benissimo purtroppo l’ampio uso, o meglio abuso, che si fa degli antibiotici in questi specifici casi.
Cerchiamo di fare chiarezza.

Gli antibiotici andrebbero utilizzati per i fenomeni acuti e quando l’urinocultura (esame per verificare la presenza di batteri in vescica) è positiva. Tuttavia queste regole non vengono sempre seguite, dove la tendenza è sempre quella di usare antibiotici sempre più pesanti pensando che questo possa sconfiggere definitivamente l’infezione. Ma oltre alla nota questione dei meccanismi di resistenza, gli antibiotici hanno l’effetto collaterale di modificare proprio quegli equilibri dell’intestino che stanno all’origine delle infezioni
urinarie. Ecco perché il problema tende a ripresentarsi. Il suggerimento è quello di evitare gli antibiotici inutili, di non usarli come uno strumento d’elezione. Dovremmo cercare di andare sempre alla causa del problema, tenendo in prioritaria considerazione la salute del tratto gastro-intestinale. Ma quale può essere la causa delle cistiti? Perché queste infezioni colpiscono di più le donne? Perché recidivano (cioè si ripresentano anche quando si pensa di essere guariti)? Come spiegare questo circolo vizioso?

La risposta andrebbe ricercata forse al di fuori delle vie urinarie, e più precisamente nell’intestino. I meccanismi non sono semplici, come anche gli interventi per migliorare queste condizioni. Ecco perché Probilive aspetta i vostri commenti, anche in privato.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere