CORSI

Combattere la dispersione scolastica con formazione e lavoro

April 26 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

L’abbandono precoce della scuola che si registra nell’obbligo d’istruzione, in particolare nell’arco che va dagli 11 ai 16 anni, e che investe da un lato la scuola secondaria di primo grado e dall’altro il primo biennio della secondaria superiore, è uno dei nodi non risolti della politica scolastica del nostro paese.

In questo arco di tempo il nostro sistema scolastico perde oltre il 20% degli studenti provenienti in generale da strati sociali deprivati culturalmente e socialmente. L’obiettivo del sistema scolastico dovrebbe essere quello di azzerare la dispersione, ovvero di “rimuovere gli ostacoli” che limitano di fatto “l’uguaglianza dei cittadini,” che “impediscono il pieno sviluppo della persona” (art. 3 della Costituzione).
Oggi, se vogliamo avere un sistema competitivo capace di rilanciare la crescita del paese, c’è bisogno di un sistema di istruzione unitario, che tenga insieme istruzione, formazione e lavoro che sia in grado di allargare le opportunità di apprendimento dello studente.
Questa la sfida più importante per il nostro paese, ovvero quella di puntare a costruire un sistema di istruzione e di formazione professionale capace di garantire a tutti gli studenti reali opportunità formative, fornendo a tutti la possibilità di acquisire una solida e unitaria cultura generale di base per poter esercitare il diritto fondamentale di cittadinanza attiva e responsabile.
In risposta a questa fenomeno sociale, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, attraverso il Programma FIXO gestito da Italia Lavoro Spa, ha dato il via alla Sperimentazione del Sistema Duale in Campania per attivare i Percorsi di Qualifica per ragazzi dai 16 ai 25 anni non compiuti, in possesso della sola Licenza Media, che prevedono il rilascio di una Qualifica Professionale.
TIME VISION, operatore specializzato nei servizi per il lavoro, nell’ambito del Sistema Duale SCUOLA – LAVORO, ha attivato il corso totalmente GRATUITO per la qualifica in OPERATORE DELLA TRASFORMAZIONE AGROALIMENTARE che si prefigge il compito di permettere il conseguimento di un titolo di studio specialistico ottemperando così all'obbligo scolastico, acquisendo competenze non solo teoriche ma soprattutto pratiche.
Oltre a imparare mestieri e professioni nel settore agroalimentare direttamente nelle aziende, dove gli allievi potranno fin da subito mostrare attitudini e crearsi opportunità di inserimento lavorativo.
La qualificazione nell'applicazione/utilizzo di metodologie di base dell'operatore della trasformazione agroalimentare, di strumenti e di informazioni, gli consentiranno di svolgere attività relative alla trasformazione alimentare con competenze nello svolgimento delle operazioni fondamentali del ciclo di trasformazione, conservazione, confezionamento e stoccaggio dei prodotti alimentari.
Al termine del corso sarà rilasciata la Qualifica Professionale come Operatore della trasformazione Agroalimentare. Il corso ha una durata complessiva di 800 ore, di cui l’organizzazione didattica prevede:
• 528 ore in aula
• 528 ore presso le aziende ospitanti partner operanti nel settore agroalimentare.
L'allievo, al termine del percorso formativo, avrà acquisito una serie di competenze tecnico-specifiche sull'utilizzo degli strumenti necessari alle diverse fasi della lavorazione, sulle tecniche di rifornimento, sull'immagazzinamento, sul mantenimento delle materie prime e sulle norme igienico sanitarie e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

Per maggiori informazioni sulle attività didattiche e sulle opportunità formative, è possibile contattare il coordinamento didattico ai seguenti numeri 081 3941097 - 081 8715396 oppure inviare un'email a info@timevision.it



Licenza di distribuzione:
Daniela Sabatino
Responsabile pubblicazioni - Time Vision
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere