SOCIETA

Come affrontare una causa di lavoro

January 17 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Dal recupero crediti degli stipendi non pagati alla causa contro il licenziamento o le sanzioni disciplinari: la conciliazione, il decreto ingiuntivo e la causa ordinaria di lavoro. 

Ci sono tante ragioni per cui il dipendente può fare causa al proprio datore di lavoro. Di sicuro, quella più frequente è il mancato pagamento dello stipendio o il pagamento in misura più bassa rispetto al contratto collettivo, illecito quest’ultimo che diventa reato solo quando accompagnato dalla minaccia del licenziamento. Ma ci sono ulteriori casi in cui è possibile citare in giudizio il proprio capo: dal mobbing allo straining (una sorta di mobbing attenuato), dalle violenze alle offese, dall’illegittimo trasferimento al mancato riconoscimento in busta paga di indennità o gratifiche spettanti per legge. In tutte queste ipotesi, chi si accinge a ricorrere al tribunale si chiede sempre come affrontare una causa di lavoro.

Impugnazione del licenziamento o altre sanzioni disciplinari meno gravi.

Entro 60 giorni dalla ricezione della lettera di licenziamento il dipendente deve inviare una contestazione scritta con raccomandata a.r. Nei successivi 180 giorni deve depositare in tribunale il ricorso o deve comunicare alla controparte la richiesta di tentativo di conciliazione o arbitrato. Se la controparte rifiuta la conciliazione o l’arbitrato oppure non si raggiunge l’accordo, il ricorso giudiziale deve essere proposto entro 60 giorni dal rifiuto o dal mancato accordo.

Impugnazione del contratto a termine.

L’impugnazione con diffida scritta va fatta entro 120 giorni dalla cessazione del contratto. Entro il successivo termine di 180 giorni si deve depositare il ricorso giudiziale o si deve comunicare alla controparte la richiesta di tentativo di conciliazione o arbitrato. Se la controparte rifiuta la conciliazione o l’arbitrato oppure non si raggiunge l’accordo, il ricorso giudiziale si deve proporre entro 60 giorni dal rifiuto o dal mancato accordo.

Richiesta di indennità di cessazione del rapporto di agenzia.
In questa materia c’è 1 anno dallo scioglimento del rapporto per agire.

Termini di prescrizione

Oltre alla decadenza per l’azione giudiziaria, bisogna considerare la prescrizione dei diritti del lavoratore dipendente. A differenza della decadenza però, in questo caso una lettera di diffida interrompe il decorso della prescrizione che inizia a decorrere nuovamente da capo.
Se intendi fare causa all’azienda datrice di lavoro devi farti assistere da un avvocato. Questa procedura ha la particolarità di iniziare con atto di ricorso che deve già contenere tutte le prove: dai documenti alla lista dei testimoni.

In caso di rapporto di lavoro subordinato, il ricorrente è libero di scegliere di iniziare il giudizio in uno dei seguenti luoghi:

quello in cui è sorto il rapporto;
quello in cui si trova l’azienda;
quello in cui è situata una sua dipendenza alla quale è addetto il lavoratore o presso la quale egli prestava la sua opera fino al momento della fine del rapporto di lavoro.

Se l’azienda fallisce, le ultime tre mensilità e il Tfr ti vengono pagate dal Fondo di garanzia dell’Inps. Se però il rapporto è cessato da più di un anno ti spetta solo il TFR.
La stessa garanzia ti spetta se l’azienda non ha i requisiti per essere assoggettata al fallimento ma non ti è stato possibile recuperare i crediti (ad esempio se il pignoramento non va a buon fine per assenza di attivo).

Per chiedere l’ammissione al Fondo di Garanzia dopo il fallimento devi presentare al Curatore un’istanza di ammissione alla procedura con i documenti che provano il tuo credito. Il decreto di ammissione, insieme a una serie di altri documenti, dovrà essere inviato telematicamente all’Inps.

Sintesi dell'articolo pubblicato sul sito laleggepertutti.it



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Leonardo Breccolenti
Social Media manager - Studio Legale Polenzani-Brizzi
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere