GASTRONOMIA

Come conservare i funghi freschi

January 15 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Se conservi correttamente i funghi, rimarranno buoni fino a una settimana.

Come conservare i funghi freschi in casa? Semplice: Metti i funghi interi e non lavati in un sacchetto di carta marrone e piega la parte superiore del sacchetto. Quindi inserisci la borsa nello scomparto principale del frigorifero. Questo funziona perché il sacchetto assorbe l’umidità in eccesso dai funghi in modo che non si inzuppino o ammuffiscano.

Come conservare i funghi in frigorifero

Come conservare i funghi in frigorifero ma attenzione a:

Non conservare i funghi nel cassetto frutta e verdura: è un ambiente troppo umido.
Evita di posizionare i funghi vicino a cibi con odori o sapori forti perché li assorbiranno come una spugna.
Fare attenzione a non impilare altri cibi sopra di essi. I funghi schiacciati e ammaccati non sembrano molto appetitosi e non si conservano a lungo.
Alcuni funghi resistono meglio in frigorifero di altri. Per evitare sprechi, cerca di acquistare i tuoi funghi vicino a quando prevedi di usarli.
Se devi conservare i funghi per più di una settimana, valuta la possibilità di congelarli o essiccarli.

Come congelare i funghi

I funghi si congelano bene, ma è meglio metterli nel congelatore il prima possibile. Non aspettare che i tuoi funghi inizino a deteriorarsi in frigorifero prima di decidere di congelarne alcuni. Se hai una grande raccolta di funghi, sii consapevole di metterne da parte alcuni per mangiare subito e altri per mangiare in seguito. Cerca di essere realistico su quanti ne mangerai nella prossima settimana in modo da poter congelare il resto prima che vada a male.

I funghi devono essere cotti prima di essere congelati. Ciò interromperà l’azione degli enzimi, preservando così la loro qualità, quindi è importante non saltare questo passaggio.

Come essiccare i funghi

Come conservare i funghi in maniera da non occupare molto spazio e mantenendoli intatti nel sapore. Se non hai molto spazio congelatore da dedicare ai funghi, asciugarli è un’altra opzione. I funghi secchi possono essere reidratati secondo necessità e nel frattempo occupano pochissimo spazio nella dispensa. Usa un forno a bassa temperatura o un essiccatore per alimenti per asciugare i funghi. Quindi conservali in un contenitore ermetico fino a quando non ne avrai bisogno.

Se non hai mai essiccato i funghi prima, prova un piccolo lotto e vedi cosa ne pensi. Una volta che impari a ricostituirli, potresti scoprire che sono buoni quanto i funghi freschi. Se non altro, è fantastico avere funghi secchi a portata di mano da condire nelle zuppe fatte in casa.

Come cucinare i funghi

Se non sei sicuro di cosa fare con i tuoi funghi prima che vadano a male, ecco alcune idee. Lanciali nella pasta, usali per guarnire una pizza, aggiungili alla zuppa o saltali nel burro e impilali sugli hamburger. I funghi saltati sono anche un contorno gustoso per la bistecca. Basta sfogliare la tua raccolta di ricette e sei sicuro di trovare molte ricette che avrebbero un sapore ancora migliore con una manciata di funghi gettati dentro.


Cos'è il fungo? Informazioni utili

I funghi non contengono clorofilla. Non trasformano la luce solare in energia. Invece, ottengono le sostanze nutritive di cui hanno bisogno dalla materia morta e in decomposizione o dai sistemi di radici delle piante viventi.

Quindi sono classificati come un regno separato della vita chiamato funghi. Altri membri del regno dei funghi includono lieviti e muffe.

I funghi possono essere suddivisi in tre grandi categorie:

I funghi micorrizici formano una relazione simbiotica con le radici degli alberi ancora vivi. Prendono i nutrienti dall’albero, ma restituiscono e aiutano a creare un apparato radicale più grande e più sano anche per l’albero. I funghi di questa categoria includono tartufi, finferli e funghi porcini.
I funghi parassiti vivono sugli alberi vivi, ma non restituiscono nulla. Estraggono semplicemente i nutrienti dall’albero fino a quando non muore.
I funghi saprofiti vivono su materia organica come alberi morti dopo che i funghi parassiti li hanno uccisi, radici delle piante e foglie cadute. Estraggono i minerali, l’anidride carbonica e altri nutrienti dalla materia organica. Alcuni saprofiti comuni includono funghi ostrica, shiitake e funghi bianchi o funghi crimini.
I funghi che mangiamo sono solo una piccola parte del fungo complessivo. Sottoterra o all’interno di alberi, i funghi iniziano come un apparato radicale bianco e soffice chiamato micelio.

Questo costituisce la maggior parte del fungo e la maggior parte della sua vita viene trascorsa in questa fase. Il micelio può rimanere nascosto per anni fino a quando l’umidità, la temperatura e altri fattori sono appena giusti prima che creino funghi. I funghi sono il frutto del fungo. Crescono e si aprono per rilasciare spore, che sono fondamentalmente come i semi di un fungo. Queste spore cadono o vengono trasportate dal vento e iniziano a far crescere un’altra colonia di micelio da qualche altra parte.

I funghi sono un frutto?

Se i funghi non sono biologicamente un vegetale, è ovvio che non sono nemmeno un frutto, giusto? Sebbene i funghi non siano tecnicamente un frutto, in realtà sono più vicini a un frutto che a un vegetale.

I funghi che conosciamo e amiamo sono in realtà una piccola parte della parte vivente e in crescita molto più grande del fungo chiamato micelio che cresce sotto terra o nei tronchi. I funghi che vedi sono la parte riproduttiva dei funghi. Il loro scopo è quello di coltivare e diffondere i pezzi riproduttivi del fungo. Queste sono chiamate spore, che sono essenzialmente i semi di un fungo. Quindi, in questo modo, i funghi sono un po’ come un frutto. L’unica differenza è che non provengono da piante e non richiedono impollinazione o fiori che di solito sono necessari per produrre frutti nel regno vegetale.

Mangiare funghi fa bene?

Ai fini nutrizionali, il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti classifica i funghi come verdure. Questo perché contengono molti degli stessi benefici nutrizionali che offrono le verdure. Ma offrono anche molti nutrienti che si trovano meno comunemente nelle verdure.

Ad esempio, i funghi sono anche una buona fonte di vitamina D, vitamine del gruppo B, niacina, selenio, rame e acido pantotenico. Quindi aiutano a colmare il divario tra i nutrienti disponibili nelle piante, nei cereali e nella carne.

Esiste un’ampia varietà di diversi tipi di funghi commestibili. Hanno tutti le loro strutture, forme, sapori e profili nutrizionali unici. I funghi possono anche essere considerati un alimento adattogeno. Ciò significa che aiutano il tuo corpo ad affrontare vari tipi di stress e aiutano a promuovere la normale funzione fisica. Molte specie di funghi come la chaga e la criniera del leone possono essere utilizzate per rafforzare il tuo sistema immunitario.

I funghi sono anche ricchi di antiossidanti e possono anche avere proprietà antietà . I composti contenuti nei funghi sono ottimi per neutralizzare i radicali liberi, che sono molecole che possono devastare il tuo corpo e portare al cancro e ad altre brutte malattie. Anche i cani possono mangiare funghi per una sana alimentazione. Scopri quali funghi sono sicuri da mangiare per i cani .

In effetti, i funghi champignon sono anche migliori di verdure come fagiolini, pomodori, carote e peperoni quando si tratta di contenuto di antiossidanti. La parte migliore è che gli antiossidanti contenuti nei funghi non vengono distrutti o inattivati una volta cotti.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere