INTERNET

Come generare traffico sul sito: SEO, SEA e SMO

March 21 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Le risorse di web marketing su cui investire e i relativi punti di forza e di debolezza. Dalla SEO alle campagne pay per click passando per i social.

Generare traffico sul proprio sito web è il primo, fondamentale step di una strategia di web marketing. La fase di acquisizione è fondamentale per costruire le basi su cui definire le fasi successivi di fidelizzazione e, infine, di conversione, ovvero di acquisto. Per acquisire nuovi utenti esistono diversi strumenti e attività che seguono logiche e approcci diversi, che presentano vantaggi e criticità dissimili.

SEO

La SEO (Search Engine Optimization) si riferisce a una serie di attività e interventi di natura tecnica e pubblicitaria volti a migliorare il posizionamento di un sito web (o meglio di una pagina web) sui motori di ricerca per determinate parole chiave. Il principale vantaggio del posizionamento sui motori di ricerca sta nel fatto che non necessita di investimenti costanti e può generare risultati anche a distanza di tempo dall’interruzione dell’investimento. va però sottolineato che nessuna agenzia web marketing può garantire il successo immediato di una campagna: è necessario ragionare sul lungo periodo.

SEA

La SEA (Search Engine Advertising) fa invece riferimento alle campagne di display adv basate sulla logica del pay per click. Da una parte, gli AdWords garantiscono un immediato aumento del traffico in concomitanza con l’attivazione della campagna, permettendo inoltre di targettizzare al meglio pubblico e budget; dall’altra, è necessario investire quotidianamente per ottenere risultati e il sistema viene meno nel momento esatto in cui si decide di interrompere gli investimenti.

SMO

Una strategia basata sulla SMO (Social Media Optimization) punta sull’efficacia comunicativa dei social network. La forza di piattaforme come Facebook, Twitter o YouTube è sotto gli occhi di tutti; un approccio creativo e persuasivo è in grado di generare forte interesse intorno a un marchio e può aumentare in modo esponenziale la visibilità del brand. Il principale svantaggio sta nelle significative difficoltà che, alla luce dell’alto tasso di concorrenza odierno, si riscontrano nel tentativo di emergere e di attirare l’attenzione degli utenti. A differenza di SEO e SEA, che vertono sul traffico diretto al sito, il social media marketing richiede un sistema di integrazione fra gli strumenti, uno step in più da gestire nel modo più opportuno per non vanificare gli sforzi effettuati.



© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere