VARIE

Come pulire infissi in pvc

August 9 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Come pulire infissi in PVC: con i nostri consigli sarà semplice, veloce e sicuro!

Come anticipato, dopo l'installazione degli infissi in PVC, bisogna anche prendersene cura dal momento che sono parte integrante della casa. Il PVC non ha bisogno di molta manutenzione, ed è anche per questo che sarà molto semplice pulirlo.

Innanzitutto bisogna togliere la polvere, vi consigliamo di utilizzare semplicemente un panno in cotone pulito ed ovviamente morbido, ad esempio una maglietta che non usi più.

Dopo che la polvere è stata eliminata, passiamo alla vera e propria pulizia dell'infisso.

Ti consigliamo vivamente di eliminare i prodotti aggressivi, dal momento che il PVC è resistente ma anche lui ha dei punti deboli.

Consigliamo invece un rimedio che puoi fare comodamente a casa composto da una parte di aceto e quattro parti di acqua tiepida.

Se invece preferisci utilizzare prodotti già fatti, puoi adoperare il detergente per piatti (una piccolissima goccia) con dell'acqua tiepida, o se non ne hai a disposizione va benissimo anche uno sgrassatore non aggressivo ovviamente.

Quando hai trovato il prodotto giusto per te, spruzzalo sul telaio e lascia agire per qualche minuto, dopodichè passa il panno in cotone (pulito chiaramente) inumidito

Se invece parliamo di pulire le guarnizione e le parti mobili della finestra, ti suggeriamo di utilizzare della vaselina (spray) o dell'olio di silicone che agiscono da lubrificante e ostacolano l'ossidazione. Consigliamo di farlo ogni 2-3 mesi (estate e inverno principalmente).

Nel caso in cui ti stia chiedendo come proteggerlo dai graffietti o mascherarli nel caso ci fossero, ti suggeriamo di adoperare un kit fatto apposta per queste situazioni (utilizzabile ovviamente se i graffietti sono lievi, sia chiaro). Cosa molto importante, NON verniciare il PVC se non con apposite vernici e primer.

Stessi consigli li rivolgiamo a chi si domanda come pulire i serramenti in PVC bianco; panno umido (acqua tiepida) e una minima goccia di detersivo per piatti o sgrassatore non aggressivo. Il tutto sempre dopo aver rimosso la polvere.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere