MUSICA

Con I Piccoli Musici Estensi la solidarietà comincia a gennaio!

January 10 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

L’eleganza e la suggestione della musica argentina

Venerdì 17 gennaio 2020 ore 18.15 - Salone Estense (Via Sacco 5, Varese)

Orchestra I Piccoli Musici Estensi
Pianoforte Hernán Luciano Fassa
Violino Simone Broggini
Direttore Carlo Taffuri
Musiche di Cobian, Ponzio e tradizionali argentini

Musica Solidale: una dimostrazione della preziosa sinergia che si instaura quando la musica si sposa alla solidarietà. Volontariato, partecipazione ad attività di utilità sociale e solidarietà sono una parte molto importante della mission di ImmaginArte, in quanto suonare significa essere presenti e attenti alle esigenze del proprio territorio e della comunità globale.
Da diversi anni l’associazione realizza concerti a favore di realtà locali, nazionali ed internazionali per sostenere progetti dedicati a situazioni difficili.
È nato così nel 2018 il progetto Musica Solidale, giunto alla sua II edizione, patrocinato da Provincia e Comune di Varese e Fondazione Cattaneo: una rassegna di suggestivi concerti delle orchestre giovanili di ImmaginArte rivolta a tutte le persone per sensibilizzarle a sostenere realtà del territorio che portano avanti validi progetti sociali, umanitari, socio-sanitari o di volontariato.
Siamo sempre più convinti che la musica possa essere un importante strumento per condividere i valori della solidarietà, dell’impegno sociale e della dignità umana. Il vasto universo della solidarietà e l’altrettanto variegato mondo della musica possono viaggiare di pari passo per la crescita di una comunità.

Il concerto de I Piccoli Musici Estensi, alle ore 18.15, sarà un omaggio alla musica argentina e agli autori che ne hanno fatto la storia.
Il programma prevede l’esecuzione di diversi tanghi concepiti in stile e momenti storici diversi. Infatti, Don Juan e Nostalgias sono tra i più famosi e classici tanghi dell’inizio del secolo scorso. Pirotti invece elabora con grande esperienza i grandi temi di Troilo (noto compositore argentino di tanghi vissuto in Argentina nel secolo scorso); Candombe e Corralera sono brani che hanno influenze ritmiche di altri stili musicali, specialmente del centro America, rispettando però lo stile del tango classico.
Una parte del programma è infine dedicata ai conosciutissimi autori: Gardel, francese di nascita ma totalmente argentino nella formazione musicale, e a Piazzolla che ha dato la grande impronta di modernità al tango con l’introduzione di temi molto sensuali, di armonie più intense e di ritmi ancora più innovativi rispetto al passato.

Il beneficiario dell’evento sarà l’Associazione La banda degli onesti Onlus che ha lo scopo di contribuire allo sviluppo di una società inclusiva, legale e civile. Le offerte saranno devolute in particolare a un efficace progetto di educazione dei minori contro il gioco d’azzardo, vera piaga sociale e due pubblicazioni su cyberbullismo ed il corretto uso dei social.

Alle ore 17.00, l’evento sarà preceduto dalla tavola rotonda “Prigionieri della Rete. Contrasto culturale al cyberbullismo” tenuta dalla dott.ssa Elena Ferrara (relatrice della L. 71/2017) e moderata dalla prof.ssa Paola Biavaschi in collaborazione con l’Università degli Studi dell’Insubria - Dipartimento di Scienze Umane e dell’innovazione per il Territorio - DiSUIT.

L’orchestra I Piccoli Musici Estensi, nella veste di ensemble d’archi diretto e concertato da Carlo Taffuri, è l’espressione più alta del lavoro e della concezione didattica che la realtà Suzuki di Varese (Associazione ImmaginArte APS) sta realizzando ormai da diversi anni sul territorio varesino.
L’ensemble è composto da 15 ragazzi che hanno studiato tutti fin dal primo approccio allo strumento presso la realtà Suzuki di Varese. Alcuni di loro studiano anche nei corsi superiori dei Conservatori di Stato e altri ancora presso l’associazione stessa.
L’orchestra dal 2011 ad oggi si è esibita in Italia a Milano, Bergamo, Pavia, Novara, Lucca, Venezia, Roma, e, all’estero, a Lugano, Zurigo (Tonhalle), Parigi (Palazzo dell’UNESCO), New York, Toronto, Obninsk, San Pietroburgo (Cappella Imperiale) e Mosca (Sala da concerti Gnesina), a Sofia (Ambasciata Italiana e National Academy of Music “L. Pipkov”) e a Plovdiv, Capitale Europea della Cultura 2019.
All’interno del gruppo d’archi, la formazione trascinante è il quartetto “Estense” i cui elementi ricoprono i ruoli delle prime parti ed il solista violinista Simone Broggini, giovane e brillante violinista. Il pianista italo-argentino Hernán Luciano Fassa, oltre alla figura di pianista solista, ricopre un grande ruolo, quello di concertatore della musica argentina sia a livello didattico che concertistico.



Licenza di distribuzione:
Chiara Brusa Pasqué
VICE PRESIDENTE - Associazione ImmaginArte APS
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere