SOFTWARE

Con l'alleanza tra Gruppo Maggioli e Globo srl nasce un polo d'eccellenza per una Pubblica Amministrazione sempre più Digitale

June 12 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Grazie alla digitalizzazione dei processi, i servizi del Comune saranno raggiungibili con un ‘click’

Con l’alleanza tra Gruppo Maggioli e GLOBO srl nasce un polo d’eccellenza per una Pubblica Amministrazione sempre più digitale. Infatti il Gruppo Maggioli ha in questi giorni rilevato il 100% delle quote della società GLOBO Srl, specializzata nella digitalizzazione di processi degli Enti locali al fine di incrementare l’efficienza dei servizi per cittadini e imprese.

L’operazione rientra in un percorso di espansione e innovazione avviato da tempo che vede l’attività del Gruppo fortemente orientata verso l’ICT, con lo sviluppo di software gestionali, servizi di digitalizzazione e progetti personalizzati per accompagnare la Pubblica Amministrazione nella trasformazione digitale verso modelli organizzativi innovativi sempre più attesi, aiutandola a progettare il cambiamento con sistemi ICT all’avanguardia, così come previsto dalle norme del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD). Gli attuali 300 programmatori informatici (Maggioli Developers), e gli altrettanti tecnici distribuiti sull’intero territorio nazionale, rappresentano il motore pulsante per raggiungere questo obiettivo.

Oggi la parte Informatica (e servizi connessi) copre il 75% delle attività del Gruppo con oltre 5.000 Comuni informatizzati Maggioli e, in questo contesto, l’ingresso di GLOBO – con sede a Treviolo (BG) - porta con sé non solo ulteriori 1.000 clienti (Comuni, Comunità Montane, Province, ecc.), ma una specializzazione tecnologica nella digitalizzazione dei processi che contribuirà a rafforzare l’attuale offerta per una PA sempre più digitale.

Tra i tanti e diversi prodotti e servizi offerti da GLOBO agli Enti locali primeggia lo Sportello Telematico Polifunzionale che consente a professionisti, imprese e cittadini di presentare in ogni momento, da casa o dall’ufficio, in modo semplice e guidato, qualunque tipologia di pratica. Per interagire con tutti i settori dell’ente, basta accedere al sistema utilizzando lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) oppure la Carta Nazionale dei Servizi e, una volta autenticati, è possibile inviare pratiche, richieste e segnalazioni in qualsiasi momento della giornata (il portale è attivo 24 ore su 24).

La pratica digitale ha lo stesso valore legale di quella cartacea e può essere presentata in modo completamente guidato da casa o dall’ufficio: schede di descrizione dell'istanza, riferimenti normativi e moduli digitali sempre aggiornati sono i principali ingredienti dello Sportello Telematico Polifunzionale. Basta carta e basta attese quindi!

Il servizio telematico di GLOBO Srl cura tutto il ciclo di vita digitale delle informazioni. Le pratiche sono presentate online: gli utenti compilano moduli telematici intelligenti che verificano i dati inseriti e aiutano a predisporre gli allegati necessari. Le guide al procedimento, redatte in un linguaggio semplice e sburocratizzato, istruiscono e indirizzano cittadini e professionisti. Anche il procedimento interno è gestito in forma digitale: funzionari e dirigenti procedono all’istruttoria e al rilascio dei provvedimenti senza dover produrre documenti cartacei. Un rigoroso rispetto delle norme in materia di firma elettronica e di gestione documentale garantisce la piena validità giuridica degli atti.

“Per noi che siamo da sempre il partner della Pubblica Amministrazione ed oggi un player di rilievo del settore ICT, diffondere competenze digitali è un obiettivo essenziale per la crescita del settore pubblico. L’acquisizione di GLOBO Srl, così come di altre società specializzate in Information Technology che abbiamo portato al nostro interno negli ultimi anni, rientra in un progetto di sviluppo societario che ci pone sempre più da protagonisti nel mercato di riferimento della PA, nostro core business – spiega Paolo Maggioli, AD del Gruppo –. Efficienza, efficacia ed economicità sono e saranno sempre più gli obiettivi cardine della Pubblica Amministrazione, attuale e del futuro. Le normative Governative stanno andando in questa direzione: la Circolare n. 3 del 1.10.2018 del Ministro per la Funzione Pubblica, Giulia Bongiorno, ha individuato nel Responsabile della Transizione al Digitale RTD una figura essenziale per la digitalizzazione coordinata del Paese, richiamando le Amministrazioni Pubbliche a ‘provvedere alla sua individuazione’. L’RTD ha il compito di attivare questa rivoluzione digitale, con poteri di impulso e coordinamento, affinché gli Enti utilizzino sistemi informativi atti ad erogare migliori servizi online ai cittadini. Non a caso siamo stati i primi ad organizzare a livello nazionale il ‘Raduno dei Responsabili per la Transizione al Digitale (RTD) della PA’ la cui seconda edizione si terrà il prossimo 13 novembre a Bologna.”

“È una grande opportunità per trasferire metodi di lavoro e applicazioni software ormai mature in un contesto nazionale – è il commento di Marco Deligios, CTO di GLOBO Srl –; da anni GLOBO affianca le Pubbliche Amministrazioni per dare attuazione ai diritti sanciti dalla Carta della cittadinanza digitale, dove sono definiti i principi fondanti del Codice dell’Amministrazione Digitale. Diritto all’uso delle tecnologie, effettuazione di pagamenti con modalità informatiche, diritto a servizi online semplici e integrati, alfabetizzazione informatica dei cittadini non devono essere frasi altisonanti e vuote, ma la bussola che orienta il rapporto della Pubblica Amministrazione con i cittadini.”



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere