ECONOMIA e FINANZA

Confermate dalla legge di bilancio le detrazioni fiscali 2019

January 4 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La nuova Legge di Bilancio 2019 ha confermato la presenza di numero bonus legati alla ristrutturazione, o al miglioramento, della propria casa

Una buona notizia che in molti aspettavano: la nuova Legge di Bilancio conferma le detrazioni fiscali per il 2019. La proroga tocca bonus decisamente interessanti. Vediamo tutto quello che c’è da sapere.

Il testo della nuova legge prevede importanti novità riguardanti la detrazione fiscale IRPEF per le persone che effettuano lavori di ristrutturazione e interventi di efficientamento energetico sulla propria abitazione, in particolare:


  • Ristrutturazioni complete o parziali della casa

  • Interventi di riqualificazione energetica

  • Interventi di adeguamento sismico



BONUS RISTRUTTURAZIONE 2019: COME FUNZIONA

La Legge di Bilancio 2019 ha confermato il bonus ristrutturazione e le normative vigenti in materia fino alla fine dell’anno appena iniziato.

Resta invariata, dunque, la detrazione IRPEF del 50% con un massimo di spesa di 96mila euro per gli immobili ad uso abitativo. Piccola novità a riguardo: la legge riconoscerà la detrazione anche per la realizzazione di nuovi box, previa certificazione.

Prorogate le detrazioni per la casa: bonus verde e bonus mobili
I bonus legati al verde e all’acquisto di mobili per la casa occupano un ruolo centrale all’interno dei nuovi provvedimenti della Legge di Bilancio 2019 legati alle detrazioni fiscali.
Nello specifico:

Il bonus verde prevede una detrazione IRPEF del 36% per tutte le spese di ristrutturazione delle proprie aree verdi, sia per quanto riguarda le case indipendenti che i singoli condomini.
Il bonus mobili prevede il mantenimento della detrazione al 50% per l’acquisto di mobili o arredi sempre in ambito di ristrutturazione e al 65% per interventi importanti come, per esempio, la coibentazione. L’Agenzia delle Entrate ha anche fornito indicazioni sui mobili per i quali è prevista la detrazione: arredi, come per esempio letti o armadi ed elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+.


L’ECOBONUS PRESENTE ANCHE NEL 2019

L’Ecobonus è confermato tra le detrazioni fiscali nella nuova Legge di Bilancio per gli interventi di efficientamento energetico effettuato su edifici esistenti.

Ecobonus 2019: cosa prevede?

È una detrazione del 65% IRPEF, o IRES, utilizzabile nella dichiarazione dei redditi e distribuita in dieci anni con rate del medesimo importo



Come ottenere l’Ecobonus?

Basta effettuare un pagamento tramite bonifico, bancario o postale, di una tipologia particolare: il bonifico parlante, da compilare in ogni sua parte per aver accesso alla detrazione.

Si può optare, inoltre, a ottenere l’ecobonus per la cessione del credito. Questa opzione, però, è possibile solo in alcuni casi. Vediamoli nello specifico.

Quando è possibile:
Verso i soggetti privati, ovvero i fornitori che hanno effettuato gli interventi

Quando non è possibile:
Verso banche o altri intermediari finanziari

Da specificare anche che l’ecobonus è concesso solo per interventi effettuati in un periodo compreso tra il 6 giugno 2013 e il 31 dicembre 2018.

Sismabonus: una bella novità
Tra i bonus casa è stato inserito il Sismabonus. Che cosa prevede?

Possibilità di detrazione del 100% per tutti gli interventi di diagnosi sismica. A oggi, infatti, è possibile la detrazione solo per interventi di miglioramento sismico, mentre in caso di singola diagnosi preventiva, non è prevista nessuna agevolazione
Questo bonus può essere fruito sia per la prima che per la seconda casa
Gli interventi di riduzione di rischio avranno detraibilità specifiche a seconda delle zone di ubicazione. Si va da 1 a 3, a seconda del rischio terremoti

Questa agevolazione non è rivolta soltanto a zone ad alto rischio sismico, ma, con essa, si pone l’obiettivo di estendere la prevenzione a tutto il Paese.



© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere