ECONOMIA e FINANZA

Contributi a fondo perduto per le imprese artigiane della regione Marche

July 7 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Con l’approvazione del quadro attuativo della L.R. 20/2003 – anno 2020 (DGR. n. 562 del 11.05.2020) sono state approvate le misure a favore delle imprese artigiane, per la ripartenza a seguito dell’emergenza COVID-19. Confermati per il 2020 anche gli interventi per la digitalizzazione delle imprese delle Marche, prevista dalla L.R. 28/2015.

Beneficiari delle misure a favore delle imprese artigiane delle Marche

Le misure della L.R. 20/2003 approvate per il 2020, incentivano le imprese artigiane iscritte all’Albo delle Imprese Artigiane in forma singola o associata, con sede operativa attiva nel territorio delle Marche. Le PMI beneficiarie devono essere in regola con il DURC e Antimafia e non devono essere imprese in difficoltà.

Contributi per l’ammodernamento strutturale e tecnologico delle imprese artigiane

La misura “Contributi per l’ammodernamento strutturale e tecnologico delle imprese artigiane – Artt. 10 e 16 della L.R. 20/2003” incentiva le seguenti linee di intervento:
- ammodernamento e ristrutturazione di laboratori in proprietà o locazione;
- ammodernamento e innovazione di processi, prodotti e servizi;
- Eco-innovazione dell’attività produttiva, con riduzione significativa dell’impatto ambientale, sia a livello di processo che di prodotto;
- Safety-innovazione, volti al miglioramento della sicurezza nei luoghi di lavoro.
Le spese ammesse, sostenute a partire dal 1° gennaio 2020, riguardano:
- costi per spese di sanificazione dei locali, acquisto di DPI (ecc…) relativi all’emergenza Covid-19;
- acquisto di nuovi macchinari impianti e attrezzature;
- opere murarie e spese accessorie;
- costi di progettazione, direzione dei lavori relative alle opere edili;
- acquisto di consulenze specialistiche hardware e software, sistemi di trasmissione e sensoristica.
L’agevolazione prevede un contributo a fondo perduto fino ad un massimo del 60% delle spese, fino ad un importo finanziabile massimo pari a 40.000 €.

Contributi per la digitalizzazione delle imprese artigiane delle Marche

La misura “Contributi per la digitalizzazione delle imprese artigiane delle Marche – Art. 9 della L.R. 28/2015” promuove la digitalizzazione dei processi aziendali e ammodernamento tecnologico, attraverso l’acquisto di software, hardware o servizi di consulenza specialistica al fine di:
- migliorare l’efficienza aziendale;
- sviluppare soluzioni di e-commerce;
- connettività a banda larga e ultralarga;
- collegamenti internet con tecnologia satellitare;
- web marketing;
- implementazione CRM aziendale;
- digitalizzazione dei processi;
- realtà aumentata;
- raccolta e/o valorizzazione dei dati;
- automazione robotica.

Le spese ammesse alla misura sono quelle sostenute a partire dal 1° luglio 2019, relative a:
- acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica;
- acquisti di hardware, software specifici per la gestione aziendale;
- transazioni online e sistemi di sicurezza della connessione di rete, e consulenze specialistiche per soluzioni di e-commerce;
- spese relative ai punti precedenti, riferite ai costi di realizzazione delle opere infrastutturali e tecniche;
- acquisto e attivazione di decoder e parabole per il collegamento alla rete internet mediante tecnologia satellitare.
L’agevolazione prevede un contributo a fondo perduto pari ad un massimo del 60% delle spese ammesse, fino ad un importo finanziabile massimo di 10.000 €.

Scadenza delle misure previste dalle Leggi Regionali 20/2003 e 28/2015 – Anno 2020

Le imprese artigiane delle Marche potranno accedere alle 2 misure entro il 31 luglio 2020.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Cesira Guida
Marketing & Comunicazione - Gruppo Del Barba Consulting
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere