SOCIETA

Contro la droga non c’è tempo da perdere

January 9 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Parlando con amministratori, educatori e genitori, tra i problemi da affrontare con urgenza, il problema droga occupa il primo posto.

Il titolo sembrerebbe uno slogan pubblicitario, in effetti non è altro che la presa di coscienza di una realtà sempre più evidente e drammaticamente vera: nonostante l'impegno di volontari, forze dell'ordine e Istituzioni a vari livelli, il problema droga, apparentemente, sembrerebbe non avere soluzioni.
Parlando con amministratori, educatori e genitori, tra i problemi da affrontare con urgenza, il problema droga occupa il primo posto. I genitori vivono nell’angoscia del dubbio di chissà quali incontri faranno i ragazzi quando si trovano fuori di casa. Il pericoloso spacciatore è sempre in agguato e ci si rende conto di quanto il problema sia diffuso e di quante poche soluzioni abbiano per affrontarlo seriamente e con efficacia.
Troppo spesso ci si limita a mirare alla repressione del fenomeno del consumo e dello spaccio, azione che va fatta con sempre maggiore vigore, senza dare altrettanta importanza alla prevenzione sin dai banchi delle scuole primarie, con una informazione corretta e priva di inutili allarmismi e proibizionismi.
Sondaggi dicono che oltre il 50% di chi non ha mai fatto uso di droghe siano stati in qualche modo informati, mettendoli nelle condizioni di poter decidere con cognizione di causa sul farne uso o meno. Non abbiamo motivo di pensare che questi ultimi non avessero gli stessi problemi dei loro coetanei che, per affrontarli, hanno scelto di "provare" altre strade finendo nel tunnel della droga. Una azione di successo che i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology stanno portando avanti da anni in tantissime realtà, coinvolgendo Istituzioni, Associazioni di volontariato e di quartiere, oratori, educatori, commercianti e chiunque abbia a cuore le sorti dei nostri giovani.
È necessario fare in fretta prima che al restante 50% arrivino le sirene degli spacciatori che la loro droga priverà“la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere”, come scriveva il filosofo L. RonHubbard.
Ecco perché non c'è tempo da perdere e nella serata di lunedì 7 gennaio nel quartiere di santa Alenixedda a Cagliari, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology distribuiranno centinaia di opuscoli con le informazioni per prevenire che i ragazzi cadano nella trappola mortale della droga.
Info: www.noalladroga.it




Licenza di distribuzione:
Ignazio Deriu
PUBBLICHE RELAZIONI - Chiesa di Scientology
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere