SALUTE e MEDICINA

Coronavirus - Sala Operatoria a pressione negativa per pazienti COVID19 positivi

May 4 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Operare con pressione negativa significa avere meno ricambi di aria ogni ora, ovvero inserire nella Sala Operatoria un volume di aria minore di quello che viene aspirato e quindi proteggere in modo minore gli “attori” all’interno della sala operatoria, siano essi medici o pazienti. TOUL - Flusso laminare focalizzato può essere posizionato in modo tale da creare una zona asettica e "priva di germi" ed è un dispositivo da posizionare nello spazio perioperatorio che crea un flusso laminare d’aria diretto nel campo operatorio, senza interposizione di ostacoli. Esso è dotato di un filtro HEPA14 che elimina il 99.9% dei batteri e microrganismi aerodispersi (compreso il Coronavirus SARS-CoV-2).

Tutti noi siamo abituati a lavorare in Sale Operatorie a pressione positiva. Sembra invece, che le nuove linee guida prevedano che le procedure chirurgiche su COVID19 positivi, debbano essere fatte su sale operatorie con pressione negativa: questo per garantire che l’aria eventualmente contaminata, rimanga nell’ambiente e non si possa disperdere nei corridoi. Tutto questo è molto positivo per chi è all’esterno ma i chirurghi e gli operatori che si trovano in Sala Operatoria??
Operare con pressione negativa significa avere meno ricambi di aria ogni ora, ovvero inserire nella Sala Operatoria un volume di aria minore di quello che viene aspirato e quindi:

• proteggere in modo minore gli “attori” all’interno della sala operatoria, siano essi medici o infermieri. Infatti l’aria contaminata rimane all’interno della sala operatoria e questo può portare ad un incremento del rischio di contrarre il Coronavirus per gli operatori sanitari
• proteggere in modo minore i pazienti operati che vanno incontro ad un maggiore rischio di contrarre un’infezione batterica (non ci dimentichiamo dei batteri ... !! ).

I DPI possono aiutare ma...È stato dimostrato che le normali mascherine chirurgiche, ma anche le maschere FFP2 e FFP3, raggiungono una tenuta solo fino al 70%. La causa è la perdita che si ha sul bordo della maschera.

TOUL - Flusso laminare focalizzato può essere posizionato in modo tale da creare una zona asettica e "priva di germi", offrendo la massima protezione possibile per il team chirurgico. E’ un dispositivo da posizionare nello spazio perioperatorio che crea un flusso laminare d’aria diretto nel campo operatorio, senza interposizione di ostacoli. Esso è dotato di un filtro HEPA14 che elimina il 99.9% dei batteri e microrganismi aerodispersi (compreso il Coronavirus SARS-CoV-2). TOUL - flusso laminare focalizzato filtra un volume di aria di 400 m3/h e quindi riduce sensibilmente anche i microorganismi di TUTTO l’ambiente in cui è installato. Nessun lavoro impiantistico è necessario per l’installazione: il dispositivo necessita solo di una comune presa di corrente.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere