INTERNET

Cosa c'è dietro a un nick

December 15 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

In una chat siamo parole e nick. Conta quello che scriviamo, certo, ma anche il nome che abbiamo scelto per presentarci fornisce un'immagine, giusta o errata che sia, che la mente dell'interlocutore elabora in modo istintivo.

Cosa c'è dietro a un nick


Identità on line
Con la diffusione delle chat, ma anche di ogni attività che si svolge on line, nascono i nick. Chi non si è trovato a doversi creare un nick? Il più delle volte il processo di creazione del nickname richiede un po' di tempo, perché si tende a cercare un nomignolo che non dica chi siamo, ma ci rappresenti.
A volte ci si riesce, e il legame tra nick e persona reale esiste anche se magari ne comprende in pieno il significato solo chi già conosce la persona. Altre volte i nick sono sfacciatamente espressivi e dichiarano chiaramente carattere e intenti.
Comunque sia, un nick non è da prendere in seria considerazione per cercare di capire che tipo di persona c'è dietro.
Innegabile, però, la simpatia istintiva verso un nick piuttosto che un altro, anche senza conoscere nessun ulteriore dettaglio.

Un nick, una persona
Chiaramente, dietro ogni nick c'è una persona (quasi sempre).
Quello che di solito ci interessa capire, quando siamo in chat con qualcuno, è che tipo di persona si celi dietro quel nome di fantasia. Alla luce di quanto detto finora, non possiamo pensare che un nick "dolce" nasconda una persona altrettanto buona, o che un nomignolo aggressivo dichiari palesemente intenti ribelli.
Quindi, bando alla simpatia istintiva: bisogna porsi dei chiari limiti quando si è in chat, anche se ci si trova su un sito affidabile, sia che si abbia avuto accesso senza registrazione o dovendosi iscrivere.
A volte sono proprio le persone non esattamente sincere ad inventarsi nick che ispirino simpatia e fiducia, mentre i membri più leali ed onesti non hanno studiato nomi che portino a pensare bene di loro.

Nick e volti
In una chat siamo parole e nick. Conta quello che scriviamo, certo, ma anche il nome che abbiamo scelto per presentarci fornisce un'immagine, giusta o errata che sia, che la mente dell'interlocutore elabora in modo istintivo.
Però possiamo essere anche più di sole frasi e nick: grazie alle videochat, pure le immagini parlano e, a saperle leggere, forniscono tante informazioni.
Sui siti è possibile fare delle videochat utilizzando la web del pc, solitamente gratis, ed ecco che il nick ha un volto. Non di rado, vedere l'immagine in videochat "sconvolge", in maniera positiva o negativa, proprio perché tendiamo ad immaginare gli altri a seconda del nick che hanno scelto per presentarsi nel mondo virtuale.

Cosa c'è dietro un nick
Il più delle volte, dietro un nick c'è una persona che ha inventato un nome per farsi riconoscere nelle chat e in internet in generale. Questo è normale e, in un certo senso, obbligatorio, ma non esistono solo identità sincere nello sconfinato mondo virtuale. In fondo, un nick femminile non ci assicura che dietro ci sia una donna, o viceversa. Però, una volta stabilito che la prudenza nel mostrarsi a sconosciuti non è mai troppa, impariamo a gestire i nostri nick e quelli altrui, per conoscere e farci riconoscere. Naturalmente chiunque può avere più di un nick perché è possibile iscriversi a più siti, gratuitamente e non, mostrando diverse identità.
Dietro un nick c'è comunque una persona, da conoscere e frequentare, oppure, se non ci piace, da evitare.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere