ARTE E CULTURA

Dall'Italia dei 1000 mandolini all'Australia del CO.AS.IT., museo Italiano di Melbourne

June 30 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Nell'ambito del programma Italian Australian Culture Series on Line del CO.AS.IT di Melbourne (Australia), la presentazione del documentario "L'Emigrante - I Viaggi del Mandolino", il nuovo lavoro realizzato dal mandolinista Carlo Aonzo.

L'incontro fra Carlo Aonzo e l'Australia ha inizio nel 2019 con la direzione del prestigioso FAME Festival di Canberra e più recentemente lo scorso mese di febbraio appena prima che il mondo si fermasse a causa del covid-19. Durante il fruttuoso tour in terra australiana per la presentazione del suo recente lavoro discografico dal titolo "Mandolitaly" realizzato insieme ai fedeli Lorenzo Piccone alla chitarra acustica e Luciano Puppo al contrabbasso, Carlo Aonzo ha lasciato un segno importante del suo passaggio tanto che il Dipartimento Culturale del CO.AS.IT. di Melbourne gli ha commissionato un "excursus" della cultura mandolinistica legata ai movimenti migratori degli italiani e della sua diffusione nel mondo.

Tutto prende il via durante il forzato blocco dell'attività live del Maestro Aonzo, che insieme a Giulia Alliri hanno la felice idea di realizzare una serie di documentari dal titolo "L'Italia dei 1000 Mandolini", nove puntate ognuna dedicata ad una città italiana che ha lasciato il segno nella storia dell'iconico strumento a plettro.

"L'Emigrante" è il titolo di questo nuovo lavoro realizzato da Carlo Aonzo che ha come sottotitolo "I Viaggi del Mandolino" proprio a rimarcare la grande diffusione di questo strumento e la sua "propensione" al viaggio che ha contribuito enormemente all'affermazione in ogni angolo del globo dell'identità italiana di cui è simbolo indiscusso.

Video: https://youtu.be/6h4qxK12leo

Il documentario si snoda con grande scorrevolezza raccontando il mandolino durante tutto il suo sviluppo stilistico che negli anni cambia forme e caratteristiche attraverso i suoi viaggi umani e culturali nel mondo. Un meraviglioso e popolare strumento musicale che vanta il maggior numero di varianti e fa della "diversità" la sua ricchezza. Un racconto che parla delle migrazioni del mandolino in Europa, Sud America, Stati Uniti per approdare all'Australia e ai suoi personaggi ed orchestre che animano lo scenario della musica a plettro dalla fine dell'800 fino ad arrivare ai giorni nostri.

Biografia essenziale

Carlo Aonzo, mandolinista italiano di fama internazionale, diplomatosi in mandolino col massimo dei voti e lode al Conservatorio di Padova, ha collaborato con prestigiose istituzioni come l'Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano e si è esibito in tutto il mondo nelle maggiori sale da concerto come la Carnegie Hall di New York e la Filarmonica di San Pietroburgo (Russia).
Concertista, ricercatore, docente e, dal 2006 fondatore e direttore dell’Accademia Internazionale Italiana di Mandolino; vanta un'ampia discografia sia in ambito classico che in diversi altri generi musicali.




Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere