ARTE E CULTURA

Dalla Creazione al Tablet

July 30 2013
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

12° mostra d'arte dell'artista Anna Maria Guarnieri al Centro Commerciale I GIGLI in provincia di Firenze.

Si inaugura Giovedì 1 Agosto 2013, presso la Corte dell'Oste del Centro Commerciale I Gigli di Campi Bisenzio (FI), la mostra d'arte dell'artista Anna Maria Anna Maria GuarnieriGuarnieri dal titolo “Dalla Creazione al Tablet”, un excursus storico tra la fede, il sapere e l'arte delle civiltà del globo. Il tempo scorre inesorabilmente e spesso, presi come siamo dal difficile e pressante quotidiano, dimentichiamo chi eravamo e i progressi conquistati dall'umanità. Anche in questi tempi di crisi, anche in questa bistrattata Italia, anche quando non si vede la luce e ci troviamo nel buio più profondo, ciascuno di noi e l'umanità intera ha bisogno di credere in un domani migliore, ha bisogno di una meta da raggiungere, attraverso la scienza o la fede, attraverso un ragionamento pragmatico o irrazionale, ma ha comunque necessità di porsi delle mete da raggiungere. Dal tempo della creazione, l'uomo ha percorso un lungo cammino, dal gelo delle notti più buie, ha saputo riprodurre il fuoco, ha imparato a conservare, trasportare e comandare la sua potenza, fino a arrivare all'era del Tablet. In questo excursus storico, ha incontrato innumerevoli difficoltà, spesso decisamente maggiori di quelle odierne, spesso ha dovuto combattere immani battaglie contro gli agenti atmosferici, una natura matrigna e i propri simili, eppure il genere umano ancora vive, e nonostante il nostro meschino lamentarsi, una discreta parte dell'umanità può godere delle ferie, dell'arte e di attività ludiche e sportive che solo pochi anni fa erano ai più precluse.
Con la mostra “Dalla Creazione al Tablet” l'artista Anna Maria Guarnieri vuole proprio ricordare a se stessa e ha i visitatori della mostra, che l'umanità, a ogni latitudine e sotto ogni governo, ha saputo sopravvivere e trovare una strada per progredire. Vuole ricordare che fino a che l'uomo riuscirà a far parte dell'ingranaggio del mondo, fino a che riuscirà a sperare che dopo ogni notte, anche quelle più lunghe e gelide, sorge sempre il sole, fino a che riuscirà a credere che dal seme che muore, sorge nuova vita, allora le cose cambieranno e miglioreranno in un divenire continuo e pulsante.
Come ebbe a dire per la crisi del 1929 Albert Einstein: “non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose. La crisi è la più grande benedizione, perché è nella crisi che sorge l'inventiva, le scoperte e le grandi strategie”. L'artista "archeologa" crede infatti che se i più stessero bene, avessero un lavoro, del denaro da spendere, i figli in una scuola degna di questo nome e il paracadute di un sistema sanitario efficiente ed efficace, nulla cambierebbe, nonostante la corruzione, i ladri, i finanziamenti illegittimi, le troppe non decisioni, la fame di lavoro e tutti gli altri mali che da anni affliggono il popolo italiano e non solo.
Con la mostra “Dalla Creazione al Tablet” Anna Maria Guarnieri vuole far comprendere, come diceva Goethe, che ciascuno di noi non dovrebbe fare dei passi sperando che un giorno porteranno ad uno scopo, ma che ogni passo deve essere uno scopo, nello stesso tempo in cui ci porta avanti … e ... se ciascuno di noi guarda di tanto in tanto indietro, scoprirà certamente le orme di un lungo, lunghissimo cammino, quello “Dalla Creazione al Tablet”.



Licenza di distribuzione:
Gabriele Baldinotti
Responsabile pubblicazioni - PITTart.com
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere