SPORT

Dalla serie B ai giovani: ventidue squadre nel 2019 del Ct Giotto

February 14 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Dalla serie B all’Under10, ben ventidue squadre scenderanno in campo nel 2019 per il Ct Giotto. Il circolo tennistico aretino ha ufficializzato i giocatori che nei prossimi mesi saranno impegnati nei vari campionati regionali e nazionali, schierando tante formazioni seniores competitive e andando a coprire tutte le categorie del settore giovanile con ben quarantasei promettenti agonisti. La squadra di punta resterà la serie B maschile che proverà a centrare i Play Off per la promozione in A2 con i nuovi innesti del fiorentino Pietro Fanucci e del polacco Grzegorz Panfil. Grandi aspettative sono riposte anche sulla seconda formazione maschile impegnata in C e sull’Under16 maschile che proverà a vincere il titolo toscano, ma il Giotto sarà impegnato anche nella D2 per cercare il salto di categoria e nella serie C femminile.

Dalla serie B all’Under10, ben ventidue squadre scenderanno in campo nel 2019 per il Ct Giotto. Il circolo tennistico aretino ha ufficializzato i giocatori che nei prossimi mesi saranno impegnati nei vari campionati regionali e nazionali, schierando tante formazioni seniores competitive e andando a coprire tutte le categorie del settore giovanile con ben quarantasei promettenti agonisti. La squadra di punta resterà la serie B maschile che, nonostante abbia perso Luca Vanni, si presenta comunque rinforzata per provare a dar seguito ai positivi risultati raggiunti nelle ultime due stagioni con i Play Off per la promozione in A2. I nuovi innesti sono il fiorentino Pietro Fanucci e il polacco Grzegorz Panfil, due tennisti con esperienza internazionale entrambi nati nel 1988: il primo arriva dal Ct Firenze con cui ha disputato l’ultimo torneo di A2, mentre il secondo è attualmente 251° nel ranking mondiale di doppio. I due si inseriscono in una squadra già solida che fa affidamento sull’affidabilità di Alessio Bulletti, Riccardo Cecchi, Filippo Fratini, Andrea Pecorella e il maestro Federico Raffaelli.

Forti aspettative sono riposte sulla seconda squadra maschile che milita in C e che tenterà di inseguire la promozione, con capitan Giovanni Ciacci che potrà contare su Filippo Alberti, Guelfo Baldovinetti, Claudio Contenti, Fabio Pichi, Francesco Rossi e Paolo Rossi, oltre che sui rinforzi di Tommaso Fei e Vittorio Noli. Il Giotto sarà impegnato anche nella serie C femminile, con una rosa che troverà i propri punti di forza in Elena Carboni e Matilde Mariani, supportate da Rachele Bacciarini, Viola Cipriani, Alessia Duchi, Sofia Farsetti e Patrizia Felicini. A livello seniores saranno impegnate anche una squadra in D2 costruita per puntare al salto di categoria con un mix tra ragazzi del vivaio e atleti più esperti e una squadra in D3, oltre a cinque formazioni che stanno disputando campionati regionali invernali.

Nel settore giovanile, invece, le maggiori ambizioni sono riposte sulla squadra maschile Under16 che proverà a vincere il titolo toscano, dando seguito ai successi già ottenuti nel 2015 nell’Under12 e nel 2017 nell’Under14: a scendere in campo saranno Filippo Alberti, Francesco Cartocci, Francesco Rossi e Tommaso Orlandi. Il circolo aretino giocherà poi i campionati regionali Under10 (con due formazioni miste), Under12 e Under16 (entrambi con due formazioni maschili e una femminile), Under14 (con una formazione maschile e due femminili) e Under18 maschile. I vari tornei prenderanno il via a partire da domenica 3 marzo e si concluderanno in estate, con il sito www.ctgiotto.it che sarà sempre aggiornato con risultati e classifiche per permettere di seguire il percorso di ogni squadra. «L’ambizione delle prime squadre - commenta il presidente Luca Benvenuti, - si coniuga alle speranze legate alla crescita di tanti giovani, per una stagione che si presenta particolarmente intensa e che conferma la ricchezza del nostro movimento sportivo».

Licenza di distribuzione:
Marco Cavini
Responsabile pubblicazioni - Uffici Stampa Egv di Cavini Marco
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere