ECONOMIA e FINANZA

Decreto Sviluppo, Andreozzi: “Maggiori facilitazioni per le imprese italiane”

June 20 /2012
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La vicepresidente dell’Associazione Sviluppo Lavoro si dice favorevole a ulteriori provvedimenti che rilancino il settore edile come l’esenzione dall’IMU per i nuovi fabbricati

Roma - Nei giorni scorsi il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Sviluppo, che in attesa di essere definitivamente approvato dal Parlamento si propone come fattore di rilancio per l’economia italiana, in particolare per il settore edile.

La vicepresidente di Sviluppo Lavoro Chiara Andreozzi ha commentato l’iniziativa dell’Esecutivo: “Il DL contiene sicuramente alcune norme quanto mai necessarie come l’aumento del bonus fiscale per le ristrutturazioni, ed è un segnale importante da parte del nostro Governo in un periodo difficile come quello che stanno vivendo gli italiani e le imprese del nostro Paese”.

Tuttavia, secondo la Andreozzi, quanto fatto non è ancora abbastanza, e c’è bisogno di ulteriori facilitazioni per gli imprenditori: “L’idea di prevedere un’esenzione per tre anni dall’IMU per i nuovi fabbricati va senza dubbio tradotta in pratica al più presto, così come quella di togliere l’IVA del 20% sugli immobili invenduti. Questi provvedimenti sarebbero ossigeno puro per chi non ha ancora rinunciato ad investire”.


Per informazioni:
Andrea Corti – Ufficio Stampa
Telefono e fax – 0645651117
Mail – info@sviluppolavoro.net
www.sviluppolavoro.net

Link:

Licenza di distribuzione:
Andrea Corti
Addetto stampa - Associazione Sviluppo Lavoro
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere