NUOVI SERVIZI

DELIVEROO, la carica delle città e località di mare: ecco dove il servizio fa rima con vacanza

August 7 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

• Il servizio anche “sotto l’ombrellone” in più di 30 città di mare o di vacanza • Le novità di quest’anno: Rimini, Porto San Giorgio, Civitavecchia, Ostia, Torre Annunziata, Alghero, Poltu Quatu, Porto Cervo e Olbia • Il gusto dell’hamburger resiste anche in riva al mare: la tradizione americana al top nelle località di vacanza. L’eccezione di Porto Cervo e Poltu Quatu: in Costa Smeralda a “vincere” è il sushi

Deliveroo va al mare. Ma il servizio non va in vacanza. Dalle spiagge dell’Adriatico al mare cristallino della Sardegna, dalla riviera tirrenica fino alle sponde dello Ionio, sono più di 30 le città di mare e le località di vacanza dove la piattaforma leader dell’online food delivery è presente, pronta a soddisfare la voglia di buon cibo anche sotto l’ombrellone.

Tra queste, da Nord a Sud, Deliveroo è già attiva a Trieste in Friuli-Venezia Giulia, Venezia e Jesolo in Veneto, a Genova, Savona, La Spezia e Imperia in Liguria, a Viareggio, Lido di Camaiore, Piombino e Livorno in Toscana. E ancora, è possibile ordinare sulla App anche a Viserbella in Emilia-Romagna, Pesaro, Senigallia, Falconara Marittima, San Benedetto del Tronto nelle Marche, Civitavecchia e Fiumicino nel Lazio, Montesilvano e Pescara in Abruzzo, Napoli e Salerno in Campania, Bari, Brindisi e Taranto in Puglia, fino a Crotone, Gioia Tauro e Reggio Calabria in Calabria, Siracusa, Messina e Palermo in Sicilia, Cagliari e Quartu Sant’Elena in Sardegna.

A queste città, da quest’anno, si sono aggiunte, Sanremo in Liguria, Rimini in Emilia- Romagna,Porto San Giorgio nelle Marche, Ostia nel Lazio, Torre Annunziata in Campania, Alghero, Poltu Quatu, Porto Cervo e Olbia in Sardegna.

Ma cosa si ordina in riva al mare? Anche sotto l’ombrellone, l’hamburger la fa da padrone. La tradizionale polpetta di carne americana, infatti sembra mettere d’accordo la gran parte delle città e località di mare in cui Deliveroo è presente. Con una particolare eccezione: Poltu Quatu e Porto Cervo. Nelle due località della Costa Smeralda infatti, dove la piattaforma è sbarcata proprio nel mese di luglio, il piatto preferito è il sushi, in particolare il nigiri.

“Il nostro piano di espansione ci ha portato, nel mese di luglio, a raggiungere e superare quota 200 città in Italia. Siamo sempre di più un servizio nazionale. E questo vuol dire non solo essere presenti in tutte le regioni italiane, ma anche nelle abitudini, nei momenti della vita delle persone, a casa e in ufficio, in città ma anche al mare e in vacanza. Da quest’anno, molti italiani ritroveranno la nostra App in località costiere, alcune delle quali di recente apertura. Vogliamo sostenere il settore della ristorazione, anche in quei luoghi dove questo ambito economico è legato a doppio filo all’economia turistica” ha detto Matteo Sarzana, General Manager Deliveroo Italia.

“Gli italiani in vacanza vanno alla ricerca di servizi e, se possibilità, di comodità. Penso che poter usufruire, in una località di mare, di un servizio di online food delivery come quello offerto da Deliveroo vada proprio in questa direzione. In particolare, in questa estate, dove la necessità del distanziamento sociale si adatta perfettamente alla dinamica del food delivery. La ristorazione ha vissuto un momento delicato, ma siamo pronti a ripartire anche grazie alla collaborazione con Deliveroo” ha detto Alessio Silvestri, titolare del ristorante Senduiccerì di San Benedetto del Tronto.
Deliveroo è un premiato servizio di consegna fondato nel 2013 da William Shu e Greg Orlowski. Collabora con oltre 80mila ristoranti e 60mila rider per garantire la miglior esperienza di consegna di cibo a domicilio al mondo. Con base a Londra, Deliveroo impiega 2.500 addetti nei suoi uffici in tutto il mondo e opera in più di
500 città in 12 Paesi tra cui Australia, Belgio, Francia, Hong Kong, Italia, Irlanda, Olanda, Singapore, Spagna,


Licenza di distribuzione:
Mariella Belloni
Vicecaporedattore - Marketing Journal
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere