ARTE E CULTURA

Diffondere i valori comuni a Brescia

December 29 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Esistono nuovi valori ? I valori tradizionali sono scaduti, superati, in crisi ? Una iniziativa a sostegno di quelli tradizionali ed imprescindibili.

Copie de "La Via della Felicità" per rispondere alla domanda "Quali valori ?"

Alcune strade del centro di Brescia sono state oggetto di una iniziative dei volontari della campagna "La Via della felicità" che hanno provveduto a posizionare oltre 200 copie dell'omonimo testo negli esercizi commerciali che supportano l'iniziativa.

L'assenza di valori è spesso denunciata come causa di comportamenti, sia giovanili che adulti, improntati alla semplice fruizione di piaceri immediati e materiali.

Non c'è bisogno di trovare nuovi valori da proporre in alternativa di quelli tradizionali. L'amore, l'aiuto reciproco, il rispetto, l'onesta e la cura dei figli, tanto per citarne alcuni, non hanno scadenza, non sono decaduti e nemmeno superati.

In realtà sono proprio questi aspetti che dovrebbero essere promossi e rinforzati come elemento culturale. In ogni cultura, popolo o fede ritroviamo sottolineata l'importanza di tali principi.

I volontari, danno spesso il loro contributo con la distribuzione dei libretti "La via della felicità". Lo scopo è quello di illustrare i principi morali contenuti, che altro non sono che i valori più tradizionali, che costituiscono appunto la strada per una vita in cui si possa godere della fiducia e della stima delle persone a noi vicine.

La collaborazione degli esercizi commerciali

I negozi ed in generale gli esercizi pubblici della via hanno ricevuto con molto piacere la pubblicazione che promuove i valori fondamentali della vita. Essi sono trasversali a qualsiasi luogo, tempo, cultura o fede. Sono il basamento su cui l'integrazione può avvenire e la convivenza può migliorare non solo fra etnie diverse, ma anche nei quartieri della nostra città, in particolare in quelli ad elevata presenza di immigrati.

Con questi obiettivi la campagna “La via della felicità” promuove tali valori. Il libretto contiene ventuno precetti basati esclusivamente sul buon senso, pienamente condivisibili, indipendentemente da razza, colore o credo. Essi favoriscono il manifestarsi di gentilezza, onestà e rispetto nella vita.

Il testo costituisce un codice morale, non religioso, ed è stato scritto da L. Ron Hubbard, fondatore di Scientology. La sua prima pubblicazione risale al 1981 e il suo scopo è quello di arrestare il declino morale nella società e ripristinare integrità e fiducia nell’uomo.

La Via della Felicità, ora pubblicato in 112 lingue, ha portato calma in comunità lacerate dalla violenza, pace in zone devastate dalla guerra civile e rispetto di sé a milioni di individui, nelle scuole, nelle prigioni, nelle chiese e nei centri giovanili e comunitari.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.
Dal sito della campagna: "laviadellafelicita.org" è possibile richiedere un kit informativo gratuito.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere