AZIENDALI

Digital Workplace: il punto di vista dei dipendenti

February 2 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Una ricerca Ricoh dà voce ai dipendenti delle aziende europee per capire cosa si aspettino dagli ambienti di lavoro digitali.

Nuove tecnologie come i robot e l’intelligenza artificiale stanno cambiando radicalmente il modo in cui viviamo e lavoriamo. A discutere di questi argomenti sono di solito i manager delle aziende che hanno la responsabilità di implementare queste tecnologie. Ricoh ha deciso di cambiare prospettiva, dando voce ai dipendenti delle aziende europee per capire come si rapportino all’innovazione tecnologica. Dallo studio, che ha coinvolto 3.600 persone in 23 paesi, è emerso come l’atteggiamento nei confronti del Digital Workplace sia molto positivo. I dipendenti vorrebbero nuove tecnologie per lavorare in modo più smart.

Tra i principali risultati:
• la quasi totalità del campione (98%) è entusiasta o fiduciosa all’idea che nella propria azienda vengano introdotte nuove tecnologie
• il 31% afferma che la mancanza di tecnologie freni la crescita della propria azienda

Dalla ricerca Ricoh emerge come i dipendenti europei siano abituati ad utilizzare le nuove tecnologie e vorrebbero che l’innovazione fosse all’ordine del giorno. Appaiono tuttavia preoccupati perché pensano di non avere le competenze necessarie per utilizzare al meglio i nuovi sistemi. Inoltre:
• il 72% del campione pensa che la direzione dell’azienda abbia interesse ad introdurre nuove tecnologie solo per ridurre i costi e non per migliorare il modo di lavorare delle persone
• secondo il 62% le migliori aziende sono quelle che investono in tecnologia
• il 67% afferma che sia necessario un maggior focus sulla formazione

Come anticipato, i dipendenti coinvolti dalla ricerca Ricoh pensano che le tecnologie giochino un ruolo importante consentendo loro di lavorare meglio e di essere più produttivi. Emergono in particolare due trend: il 65% dei dipendenti afferma che l’automazione dei processi avrà un impatto positivo sulle attività e il 52% è dello stesso parere in relazione all’intelligenza artificiale. I dipendenti di tutta Europa si rendono conto di come gli strumenti tecnologici avanzati possano automatizzare le attività ripetitive, per cui non considerano le tecnologie come una minaccia, ma come una opportunità che consente loro di dedicarsi a progetti di valore.

Per garantirsi un successo a lungo termine, riuscire a trattenere i migliori talenti e a competere in modo costante, le aziende devono ascoltare e accogliere le richieste dei propri dipendenti. Un ambiente di lavoro digitale non può più essere una semplice aspirazione per le imprese, ma deve diventare una realtà concreta. Grazie alla tecnologia i dipendenti possono quindi lavorare in modo più rapido ed efficiente e portare valore al business.

Licenza di distribuzione:
Marta Oldani
Editor and Media Relations - Ricoh Italia
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere