AZIENDALI

Digital Workplace: il ruolo della formazione

February 5 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Da una ricerca di Ricoh emerge come i dipendenti europei richiedano alle aziende sempre più formazione per aggiornare le proprie competenze e non restare indietro nell’era della trasformazione digitale.

Secondo una nuova ricerca Ricoh-Censuswide, i dipendenti europei sono a favore della Digital Transformation e hanno grandi aspettative nei confronti delle tecnologie. Questo ottimismo è però accompagnato da alcuni ostacoli e preoccupazioni, in primis la mancanza di formazione. In particolare, 40% del campione della ricerca Ricoh afferma che la mancanza di competenze frena l’innovazione tecnologica. Il 67% vorrebbe ricevere maggiore formazione e solo il 27% pensa che la propria azienda investa a sufficienza in questo aspetto.
Un terzo dei dipendenti non si sente in grado di utilizzare correttamente anche le soluzioni hardware e software più semplici come ad esempio Microsoft Office, le stampanti multifunzione e i PC, per non parlare poi delle nuove tecnologie quali i sistemi per l’automazione di processi complessi.

La situazione è destinata a cambiare: il 70% del campione della ricerca Ricoh afferma che le nuove generazioni che entrano in azienda sono più abituate ad utilizzare le nuove tecnologie. Si tratta infatti dei cosiddetti “nativi digitali” che hanno utilizzato pc e smartphone fin da bambini. Questo significa che entrano in azienda con skill e attitudini che permettono loro di trarre maggior valore dalle tecnologie rispetto ai colleghi di altre generazioni.
Questo pone numerose sfide per i manager delle aziende. I dipendenti vogliono che vengano introdotte nuove tecnologie che consentano loro di lavorare meglio, ma affinché questo sia possibile devono ricevere la formazione adeguata. L’implementazione del Digital Workplace richiede dunque capacità da parte dell’azienda di comprendere i bisogni dei dipendenti. Coinvolgerli e interagire con loro in ogni fase del progetto è quindi fondamentale.

Licenza di distribuzione:
Marta Oldani
Editor and Media Relations - Ricoh Italia
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere