NUOVI ACCORDI

E‐Vai e Carlsberg Italia insieme per la mobilità responsabile

July 2 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Nasce una partnership finalizzata all’utilizzo condiviso di auto ecologiche e allo sviluppo di un modello organizzativo più sostenibile

Milano, 28 giugno – Carlsberg Italia, filiale italiana del terzo produttore mondiale di birra, ed E‐Vai Srl, il
primo car sharing ecologico lombardo, hanno annunciato oggi un’intesa finalizzata alla promozione della
mobilità responsabile, in collaborazione con Regione Lombardia, alla presenza dell’Assessore all’Ambiente e
al Clima della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo.
Carlsberg Italia implementa il proprio parco macchine con tre Renault Zoe elettriche che verranno utilizzate
per il car pooling aziendale.
Grazie alla collaborazione con E‐Vai, inoltre, l’Azienda ha installato nella propria sede di Lainate e nello storico
Birrificio di Induno Olona (VA) due colonnine elettriche per la ricarica delle autovetture che saranno messe a
disposizione anche di clienti, partner e visitatori.
“In un momento storico come quello che stiamo vivendo, in cui consumiamo sempre più risorse per il nostro
sostentamento, diventa sempre più essenziale operare scelte che riducano il nostro impatto ambientale a
livello personale e, soprattutto, aziendale” afferma Alberto Frausin, Amministratore Delegato di Carlsberg
Italia. “In linea con questo principio e con la strategia di sviluppo sostenibile Together Towards Zero, Carlsberg
Italia sta migliorando le proprie performance in merito alle emissioni di Co2, spreco delle risorse idriche,
consumo irresponsabile e sicurezza, peraltro rendicontate nel Bilancio di Sostenibilità 2017. Anche l’accordo
con E‐Vai va in questa direzione: vogliamo lavorare sul nostro parco mezzi per operare una progressiva
sostituzione con autovetture ecosostenibili e diminuire ancora di più l’impatto che i nostri trasporti hanno
sull’ambiente”.
“La partnership siglata con Carlsberg Italia dimostra come sia possibile introdurre anche nel mondo aziendale
un modello di mobilità sostenibile e responsabile in grado di abbattere l’impatto ambientale delle attività
produttive a favore di tutta la collettività” aggiunge Andrea Gibelli, Presidente di FNM. “Adottare un parco
di vetture elettriche e condivise permette infatti di ridurre in modo notevole il numero di veicoli presenti in
azienda sensibilizzando inoltre il personale su un utilizzo più responsabile dei mezzi di trasporto. Crediamo
che la collaborazione presentata oggi possa rappresentare un modello virtuoso di organizzazione aziendale
replicabile in molte altre realtà della nostra regione. Il nostro obiettivo, come Gruppo, è quello di mettere a
disposizione tanto del trasporto privato quanto del mondo produttivo, soluzioni di mobilità sostenibili e
alternativi all’utilizzo dei mezzi inquinanti.”
“Si tratta di un’iniziativa interessante e nello stesso tempo di un ulteriore segnale che dimostra come anche
nel sistema produttivo della nostra Regione si continui ad andare nella direzione di una attenzione
all’ambiente sempre più marcata. Siamo chiamati a orientarci verso comportamenti virtuosi e a un nuovo
stile di vita sostenibile se vogliamo provare a invertire la rotta. Questo connubio tra un’azienda importante
come Carlsberg Italia ed E‐Vai con i suoi servizi di mobilità elettrica è un passo per favorire la diffusione di
sistemi di trasporto a basso impatto ambientale. Regione Lombardia non può che guardare con favore a
questi progetti” è il commento dell’Assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia, Raffaele
Cattaneo.
Carlsberg Italia è attiva da anni sul fronte mobilità, promuovendo il concetto di guida sicura e consumo
responsabile. In particolare, nelle giornate aperte del Birrificio di Induno Olona, i visitatori hanno la possibilità
di provare i beer goggle, degli speciali occhiali “virtuali” in grado di mostrare come lo stato di ebrezza incida
sulle abilità motorie e spaziali. Anche in occasione dell’annuncio dell’accordo è stato realizzato un piccolo
percorso con i beer goggle per sensibilizzare il pubblico presente su un tema di cruciale importanza.

Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere