SALUTE e MEDICINA

Eccezionale intervento chirurgico eseguito dal nostro accademico dott. davide schiavon

June 3 2011
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Ricostruito il polso di un uomo affetto da rara patologia Il malato rischiava di perdere l’uso della mano, ora invece potrà riprendere la normale vita lavorativa.

Per la prima volta al mondo, un raro intervento di chirurgia ortopedica ricostruttiva è stato eseguito all’ Ospedale dell’Angelo di Mestre (VE), dal nostro Accademico dottor Davide Schiavon e dal Dottor Zeno Biber, coadiuvati dal primario Prof. Andrea Miti.

L’equipe ha ricostruito le ossa del polso di un paziente inserendo una protesi sintetica e utilizzando innesti ossei e tendinei prelevati dallo stesso paziente, affetto da una patologia rara che provoca la morte del tessuto osseo per la progressiva riduzione della circolazione sanguigna.

Il malato 44 enne, è arrivato in ospedale con fortissimi dolori al polso resistenti a qualunque analgesico.

Il nostro Accademico Dott. Schiavon ed il suo collega Biber hanno studiato il caso, unico per gravità, consultando la letteratura scientifica internazionale e arrivando a diagnosticare un morbo di Kienbock all’ osso semilunare di rara gravità, con un interessamento necrotico delle ossa circostanti.

Le strade chirurgiche tentate nel mondo in casi analoghi prevedono la rimozione di tutte le ossa interessate, mentre, com’è consuetudine, classica dei nostri Accademici, si è cercata l’eccezionalità, ed infatti si è scelto di ricostruire, considerata la giovane età del paziente, conservando la struttura ossea.

L’intervento è perfettamente riuscito, il malato fra poco più di un mese potrà riprendere la sua normale vita lavorativa.

Se non fosse stato operato avrebbe gradualmente perduto l’uso della mano.

“Siamo orgogliosi di aver aperto questa nuova strada chirurgica – spiegano gli ortopedici Schiavon e Biber – incoraggiati dal nostro primario, che stimola la specializzazione e segue personalmente la preparazione della nostra squadra. Ci ha molto aiutato lavorare in un ospedale come l’Angelo, che offre tecnologie e professionalità tra le migliori oggi sul mercato“.

L’intervento compiuto a Mestre è già diventato famoso nella comunità scientifica internazionale: l’equipe ortopedica dell’Angelo è stata invitata a presentare il caso ad Oslo ad un congresso che riunisce i migliori chirurghi che si interessano di patologie ricostruttive degli arti superiori.

Il Rettore, Prof. Dott. Paolo Goliani, a nome di tutto il Corpo Accademico, porge le migliori congratulazioni al Dott. Davide Schiavon e lo ringrazia per aver contribuito a mantenere alto il prestigio della nostra Accademia.

Il Rettore altresì, non può far a meno di estendere i complimenti anche al Dott. Biber ed al Prof. Miti, che invita ufficialmente ad aderire all’Accademia Internazionale Costantiniana delle Scienze Mediche Giuridiche e Sociali.

E’ doveroso ricordare che l’eccezionale evento sopradescritto, non è l’unico in seno ai Membri all’Accademia che annovera tra di essi il Prof. Dott. Carlo Umberto Casciani, Membro Onorario, che oltre ad essere uno dei fondatori della Seconda Università di Roma “TOR VERGATA” è stato il primo in Europa ad eseguire un trapianto di rene. Altro primato è detenuto dal Prorettore Prof. Dott. Domenico Billeci, eccellente neurochirurgo che è stato uno dei primi ad asportare l’adenoma ipofisario con una tecnica operatoria che permette l’asportazione senza aprire la scatola cranica, bensì sfondando l'osso sfenoide ed arrivando all’interno dell’ipofisi semplicemente dalle narici del naso, e quindi in endoscopia.



Licenza di distribuzione:
D. Mariutto
Responsabile pubblicazioni - Accademia Internazionale Costantiniana delle Scienze Mediche, Giuridiche e Sociali
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere