SALUTE e MEDICINA

Ecco quanto ci viene segnalato a proposito di probiotici e malattie respiratorie di origine virale

May 7 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

La dott.ssa Annalisa Figurato, Nutrizionista molto attiva sul campo, mette in evidenza la capacità di specifici probiotici nel contrastare alcune infezioni virali dell’albero respiratorio dei bambini. Lo studio, eseguito da un gruppo di ricercatori Finlandesi, mette in evidenza come alcuni selezionati probiotici riducono i giorni di febbre correlati alle infezioni virali respiratorie nel bambino.

Che alcuni probiotici abbiano queste caratteristiche non è una novità, riferisce la dott.ssa. Non solo, ci sono alcuni studi che riportano l’aumento delle difese immunitarie con la somministrazione di alcuni probiotici.
Chiediamo alla dott.ssa Figurato: ad esempio? Due studi, uno pubblicato nel 2016 e l’altro nel 2018, riportano che alcuni probiotici sono in grado di diminuire le recidive da virus dell’Herpes, come anche ridurre l’incidenza dell’influenza stagionale. Certamente sono dati preliminari, ma che ci danno un’idea delle enormi potenzialità e utilità di alcuni probiotici. Ma quali sono i meccanismi? Si può certamente ipotizzare che un miglioramento del microbiota, grazie l’assunzione di quei probiotici capaci di farlo, porta ad una conseguente stimolazione generale delle difese immunitarie. Ricordiamoci sempre che il 70% del sistema immunitario si trova nell’intestino e che sono SOLO alcuni probiotici ad avere questa attività.
Dott.ssa cosa ci attende il futuro? I probiotici non sono tutti uguali, fidiamoci solo di quelli che sono validati in termini di sicurezza e produzione industriale ad elevata tecnologia e che abbiano i presupposti scientifici di autenticità ed efficacia.
Probilive è per la personalizzazione ragionata dell’uso dei probiotici. Probilive si batterà sempre per dare voce agli Esperti.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere