INTERNET

eCommerce, nel 2021 in Italia continuano a crescere gli acquisti online pagati alla consegna: un pacco su 6 è spedito con contrassegno

March 23 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Dall’ultima analisi di Qapla’ nei primi mesi dell’anno l’opzione di pagamento in contrassegno in Italia cresce dal 16% al 17,5% circa e incide soprattutto sui settori Fashion (31,5% del totale dei pagamenti, 7 punti percentuali in più rispetto a dicembre 2020) e Jewelry (30%, 6 punti percentuali in più). Valle d’Aosta, Calabria e Puglia sono le Regioni nelle quali il contrassegno in questi settori ha aumentato maggiormente il proprio peso sul totale dei pagamenti

L’emergenza sanitaria e i provvedimenti per contenere la diffusione del contagio hanno inciso profondamente sul nostro modo di agire quotidiano e hanno accelerato alcuni aspetti della digitalizzazione dell’Italia, con un maggior ricorso all’ eCommerce che non si è esaurito nel periodo del primo lockdown. Nonostante il settore dei pagamenti digitali abbia fatto registrare segnali di ammodernamento significativi, toccando 5,2 miliardi di transazioni nel 2020 e passando quindi dal 29 al 33% del valore totale dei pagamenti in Italia con 268 miliardi di €, il contante rimane ancora il mezzo più utilizzato dagli italiani. [1]
Questo trend è confermato da alcuni settori in particolare, come il Fashion e il Jewelry, che hanno fatto segnare un incremento di spedizioni online di oltre il 50% nell’ultimo anno, e dove l’incremento del pagamento in contante è cresciuto in modo ancor più che proporzionale: +7 punti percentuali per il Fashion (con un’incidenza del 31,5% sul totale dei pagamenti) e +6 punti nel Jewelry (con un’incidenza del 30%) all’inizio del 2021.

Queste alcune evidenze dell’ultima ricerca di Qapla’, la soluzione integrata innovativa che gestisce circa un milione e mezzo di spedizioni al mese per le realtà italiane che vendono online, che ha osservato quanto in Italia i pagamenti con contrassegno abbiano inciso positivamente e tutt’ora continuino ad incidere sul totale degli acquisti online, mettendo a confronto novembre e dicembre 2020 con i primi due mesi dell’anno 2021.

Inoltre, sempre prendendo in considerazione lo stesso periodo di tempo, Qapla’ ha analizzato i dati regionali e evidenziato le aree del Paese in cui i pagamenti con contrassegno hanno maggiormente influito sulla variazione positiva delle spedizioni totali. Nel settore Fashion al primo posto troviamo la Puglia con un aumento di oltre 9 punti percentuali passando dal 31% a circa il 41%. Seguono la Valle d’Aosta che da una percentuale di 20% è arrivata al 28%, la Liguria con un aumento di 7,5 punti, la Calabria e la Campania con +7 .
Nel settore Jewelry il pagamento alla consegna fa segnare una crescita di circa 5 punti anche in Sardegna e Toscana.

“A differenza di altri paesi in cui il pagamento con contrassegno praticamente non esiste più, in Italia continua ad essere uno dei metodi più gettonati. Il motivo principale per cui molti clienti tendono ancora a preferire il pagamento in forma più tradizionale, riguarda il timore di essere truffati perchè esiste una sfiducia negli strumenti di acquisto online. Tuttavia, i pagamenti digitali si sono dimostrati in quest’ultimo anno alleati fondamentali per i cittadini, che si sono avvicinati, in alcuni casi per la prima volta, al mondo dell’eCommerce e dei pagamenti elettronici.- commenta Roberto Fumarola, CEO & coFounder di Qapla’. -Offrire molteplici metodi sicuri ed affidabili per finalizzare l’acquisto online, deve essere una priorità di tutti gli eCommerce e nonostante in futuro l’80% degli italiani preveda di pagare più spesso con la carta di credito, il cittadino ora non è ancora completamente pronto ad abbandonare la possibilità di pagare con i contanti.”

[1] Fonte: Dati Osservatorio Innovative Payments Politecnico di Milano

Qapla’:
Qapla’ è un sistema integrato che permette di gestire contemporaneamente il tracking delle spedizioni, attività di customer care e di marketing automation. Fondata nel 2014 da Roberto Fumarola e Luca Cassia, conta oggi più di 30 dipendenti e monitora automaticamente e in tempo reale circa 1,5 mln di spedizioni al mese, presentandosi come un ottimo strumento di supporto a tutte le realtà che operano nel settore eCommerce. La piattaforma mette in connessione tutti i CMS, Marketplace e siti custom con i sistemi dei corrieri e consente così il tracciamento di più di 150 corrieri, la stampa delle lettere di vettura e l’invio di messaggi personalizzati sulla consegna al destinatario. L'editor avanzato drag&drop di email e tracking page può considerarsi il suo fiore all'occhiello, per le potenzialità di marketing che sprigiona nel post vendita. Nella seconda metà dell’anno 2020, l’azienda ha concluso un round di investimento di 950 mila euro sottoscritto da Track2Marketing, CDP Venture Capital SGR tramite il Fondo Acceleratori, e altri soci Qapla’, destinato al consolidamento del mercato italiano e spagnolo, in cui l’azienda già opera attivamente, e all’ingresso in nuovi mercati europei. Tra i più noti clienti attivi si distinguono: Moschino, KIKO, PUPA, Brosway, SodaStream, ePrice, Raja, Tannico, Amicafarmacia, Gioiapura, Legami.

Per ulteriori informazioni consultare: https://www.qapla.it/



Licenza di distribuzione:
Mariella Belloni
Vicecaporedattore - Marketing Journal
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere