ECONOMIA e FINANZA

Emilia Romagna: contributi a fondo perduto per favorire export e partecipazione a fiere 2021

October 9 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Con il “Bando per progetti di promozione dell’export e per la partecipazione a eventi fieristici 2021“, la Regione Emilia Romagna intende favorire l’accesso a nuovi mercati, nuovi canali di vendita (anche digitali) e la partecipazione a fiere internazionali, attraverso contributi a fondo perduto.

L’obiettivo della misura è quello di rafforzare l’export del sistema produttivo regionale, oltre a consentire ricadute economiche e occupazionali in Emilia Romagna. La dotazione stanziata per l’intervento è pari a 3.335.000 €, in attuazione all’Azione 3.4.1 del POR FESR 2014-2020.

"Il bando per l’annualità 2021 tiene conto delle difficoltà legate all’emergenza sanitaria che ha colpito il mondo. In particolare, l’estrema incertezza che ancora caratterizza la ripresa delle tradizionali attività promozionali: fiere ed eventi pubblici, sia in Italia che all’estero, potrebbero subire ancora spostamenti, riduzioni nella partecipazione da numerosi paesi o cancellazioni. La presenza stessa di operatori esteri a questi eventi potrebbe essere fortemente ridotta anche nel corso del prossimo anno. Cresce invece, soprattutto all’estero, nei paesi europei, la spinta degli organizzatori fieristici a realizzare eventi internazionali di tipo “virtuale”, cioè digitalizzati. Più in generale, è evidente la pressante necessità per le imprese di aumentare la propria attività sui canali commerciali digitali."

Beneficiari del Bando per la promozione dell’export e la partecipazione a fiere 2021

La misura incentiva micro, piccole e medie imprese con sede legale e/o operativa attiva in Emilia-Romagna, in regola con Durc e pagamento del diritto camerale, con Codice Ateco (primario o secondario) ammesso appartenente al settore manifatturiero, costruzioni e servizi, che non sono in difficoltà alla data del 31 dicembre 2019.

Tipologie di investimenti ammessi all’agevolazione per export e fiere 2021

La Regione Emilia Romagna incentiva i progetti di internazionalizzazione relativi alla partecipazione diretta (come espositore) a:
- incontri d’affari B2B ed eventi sia fisici che virtuali a livello internazionale, organizzati da operatori esteri;
- fiere internazionali svolte in paesi esteri o a fiere in Italia con qualifica internazionale. Le fiere possono essere sia in presenza sia digitalizzate, ovvero fiere virtuali con partecipazione da remoto.
Al bando per progetti di promozione dell’export e la partecipazione a fiere 2021 sono ammesse le spese sostenute dal 1° gennaio 2021 fino al 31 dicembre 2021, che riguardano la partecipazione a:
- incontri d’affari B2B ed eventi internazionali, sia fisici che virtuali;
- fiere internazionali in presenza: affitto spazi, allestimento (incluse le spese di progettazione degli stand), gestione spazi, trasporto merci in esposizione e assicurazione delle stesse, ingaggio di hostess/interpreti;
- fiere internazionali virtuali: iscrizione alla fiera e ai relativi servizi, consulenze in campo digital, hosting, sviluppo piattaforme per la virtualizzazione, produzione di contenuti digitali, accordi onerosi con media partners, spese di spedizione dei campionari.
Tra i costi ammessi sono inclusi gli anticipi pagati per la prenotazione dello spazio espositivo/adesione a fiere o eventi previsti nel 2021.

Agevolazione dedicata alle imprese dell’Emilia Romagna

Il “Bando per progetti di promozione dell’export e per la partecipazione a eventi fieristici 2021” della Regione Emilia Romagna mette a disposizione un contributo a fondo perduto pari al 100% delle spese ammissibili, fino ad importo massimo di 10.000 €.

Scadenza del bando ER a sostegno di fiere ed export

Lo sportello per la presentazione delle domande prevede 2 finestre:
- 1° Call: dal 4 novembre al 4 dicembre 2020;
- 2° Call: dal 1° giugno al 30 giugno 2021.
Il 60% delle risorse disponibili sarà riservato alla 1° call, il restante 40% alla 2° call.
I progetti saranno valutati in base ad una procedura valutativa a sportello, secondo l’ordine di invio delle domande ed in base ad una valutazione tecnica e graduatoria finale.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Cesira Guida
Marketing & Comunicazione - Gruppo Del Barba Consulting
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere