AZIENDALI

Essse caffè e i Luoghi dell'anima per la fondazione Veronesi

December 10 /2010
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Come ogni anno, la collezione di tazzine Essse Caffè offre il suo contributo per un progetto solidale.

“I luoghi dell’anima”, quelli che la bolognese Alessandra Stagni ha ideato per la nuova collezione di tazzine Essse Caffè, non sempre hanno una fisicità vera e propria: corrispondono piuttosto a sensazioni, suggestioni, sogni e ricordi.
Per questo, su tazzine e piattini Essse Caffè, i luoghi dell’anima sono semplicemente tratteggiati da linee stilizzate, che richiamano la natura e la città, e sono caratterizzati da un’unione di colori accesi, forti, emozionali e toni più sfumati, tenui e riflessivi.

Per raggiungere i luoghi dell’anima non è necessario viaggiare: è sufficiente prendersi un momento di pausa, e il caffè è, per questo, un ottimo alleato. La calda bevanda, infatti, permette di ritagliarsi attimi di riflessione, durante i quali si può fermare il tempo e dedicarsi a se stessi. Un attimo di pausa che ci fa staccare la spina, un gesto semplice che può, però, migliorare la qualità della nostra vita.

E proprio per migliorare la qualità della vita, come ogni anno, con la collezione di tazzine Essse Caffè esprime anche il suo animo solidale: il 10% del ricavato di vendita sarà devoluto ad un progetto di ricerca promosso dalla Fondazione Umberto Veronesi, da sempre impegnata per il progresso scientifico.

In particolare, Essse Caffè appoggerà il progetto dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano per un lavoro sul valore prognostico e predittivo delle cellule tumorali circolanti. Si tratta di un’attività mirata alla ricerca di nuovi strumenti diagnostici, che permettono di selezionare i pazienti a rischio recidiva e quelli che necessitano di cure, minimizzando i trattamenti che non sono necessari.

Di nuovo, un gesto che permette di migliorare la qualità della nostra vita.

Link:

Licenza di distribuzione:
Giulia Migliarini
Responsabile pubblicazioni - Edizioni IN Magazine
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere