INTERNET

Facebook Ads: funzionano se li sai usare

April 19 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Molti imprenditori si lamentano del fatto che stanno investendo anche notevoli somme di denaro in Facebook Ads senza ottenere i risultati sperati. Eppure dalla mia esperienza la pubblicità su Facebook, accanto al più tradizionale Google Adwords, è ormai essenziale per far conoscere, e acquistare, il proprio prodotto e servizio.

Di sicuro Facebook Ads richiede un notevole lavoro di marketing ed è sbagliato approcciarsi in modo amatoriale, per questo in questo post vi regalo 3 consigli che provengono dalla mia esperienza diretta su liberi professionisti, startup e PMI.

1# Monitora con attenzione il CTR nel tempo

Il CTR è il rapporto tra numero di volte che l’annuncio è stato visto e il numero di volte che è stato cliccato. Più questo valore è alto più il tuo annuncio sarà visibile al minor costo. Un valore influenzato da tema emotivo dell’annuncio, dall’immagine e dal testo dell’annuncio e dal numero di volte che è stato mostrato alle stesse persone.

2# Controlla il parametro “frequenza” della campagna

Man mano che il tuo annuncio sarà visualizzato più volte dal tuo pubblico, calerà il CTR. Si tratta di un fenomeno naturale che puoi monitorare con il parametro “frequenza” che indica il numero di volte medio che la stessa persona ha visualizzato l’annuncio. Infatti la lamentela che le prestazioni calano e i prezzi si alzano ogni giorno.

Il consiglio? Ampliare il pubblico e realizzare più campagne.

3# Consigli “curiosità” e “appartenenza”

L’annuncio “curiosità” interrompe il flusso di pensieri dell’utente e assicura un buon CTR fino alla saturazione del pubblico, l’annuncio di “appartenenza” è invece utilissimo su un certo tipo di pubblico ma satura il pubblico più velocemente.

Esempio di annuncio di curiosità? “Hanno ucciso il gatto.” Esempio di annuncio di appartenenza? “ Sei un avvocato? Ecco come…”

Il consiglio? Alternarli per evitare l’effetto saturazione del pubblico.

Come vedi investire in Facebook Ads richiede un monitoraggio continuo dei parametri della campagna e la creazione regolare di nuovi annunci per evitare la saturazione e l’incremento naturale del costo per click. Un lavoro in grado di garantire ottimi ritorni se affidato a un consulente web marketing.

Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Cristina Skarabot
Consulente Web Marketing - Cristina Skarabot
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere