SICUREZZA INFORMATICA

Franchi&Kim consolida l'infrastruttura IT con NetApp e Personal Data

October 17 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Personal Data, system integrator bresciano del Gruppo Project e NetApp, player di riferimento nel campo dei dati per cloud ibrido, hanno realizzato un progetto di consolidamento dell'infrastruttura IT di Franchi&Kim Industrie Vernici che ha permesso di migliorare l'efficienza e le performance dello storage e ha reso semplice e sicuro l'accesso ai dati.

Franchi&Kim, è un'azienda leader nella produzione di vernici per i settori industria, edilizia e Car&Truck. Il suo punto di forza è la tecnologia tintometrica computerizzata che viene garantita attraverso un servizio tempestivo e qualificato capace anche di realizzare piccoli lotti nelle linee più diffuse. L'azienda ha tre stabilimenti produttivi, a Castenodolo e Maclodio (BS), e a Montecchio Emilia (RE) che coprono rispettivamente una superficie di 15.000 mq., 4.000 e 5.000, e cinque depositi in Italia e due in Spagna.

L'azienda aveva la necessità di adottare un sistema di disaster recovery efficiente e completo che potesse gestire qualsiasi emergenza. Personal Data che collabora con Franchi&Kim dal 2006, dopo aver analizzato le problematiche evidenziate ha identificato e proposto una soluzione hardware di business continuity e disaster recovery con storage di Netapp, perfettamente in linea con gli obiettivi richiesti.

"La soluzione proposta da Personal Data ci ha permesso di archiviare i dati in tre punti diversi (due in azienda e uno esterno) in modo da poter essere operativi in caso di disastro nel tempo massimo di due ore," afferma Pierangelo Zobbio, direttore di Franchi&Kim Spa. "Abbiamo allestito tre sale server, due a Castenodolo, una di produzione e una di DR locale e una terza presso una nostra filiale distante 100 km., in modo da avere una replica più puntuale in sede e con RTO (Recovery Time Objective) e RPO ((Recovery Point Objective) meno importanti. Le sale server sono allineate sia come dati che come sistemi e network."

L'infrastruttura di Franchi&Kim si era sviluppata in modo non strutturato divenendo poco sicura e difficile da gestire. Partendo dall'hardware esistente è stata potenziata ottenendo un notevole risparmio sullo spazio disco dello storage, e con l'implementazione della soluzione di replica e backup dei sistemi, oggi garantisce la continuità aziendale necessaria a una impresa che deve essere sempre più competitiva e attenta alle richieste dei suoi clienti. Inoltre, Franchi&Kim ha ottenuto una significativa riduzione del TCO (Total Cost of Ownership) grazie alla diminuzione dei costi di acquisizione e di gestione e la disponibilità dei dati ha eliminato il costo dei tempi di inattività del sistema.
Le oltre 40.000 combinazioni di colori custodite nel reparto di ricerca e sviluppo costituisce per Franchi&Kim un patrimonio di dati di inestimabile valore. Proteggere quindi tutte le informazioni, dal processo produttivo allo stock di magazzino è indispensabile per evitare che vadano distrutte o che si fermi la produzione come accaduto nell'episodio del 2014. Il sistema di replica adottato garantisce la business continuity con una minima latenza, con un conseguente effetto positivo sulla protezione dei dati, che sono al sicuro, ottimizzati e accessibili in qualsiasi momento.

"Il nostro obiettivo era installare una soluzione affidabile che permettesse il recupero dei dati e mettesse in sicurezza di continuità lo stabilimento, continua Zobbio. "Grazie a Personal Data, oggi siamo in grado di gestire ogni processo produttivo, dagli ordini, alla produzione di vernici, alla pesatura di materiali, alla contabilità, tramite hardware e software appropriati, con una certa tranquillità e facilità di gestione, preservando il nostro business."



Licenza di distribuzione:
Giovanna Benvenuti
Responsabile pubblicazioni - Quorum Pr Srl
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere