PRODOTTI

Gasolio sporco, quando un pieno fa danni al motore?

December 9 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Nell'epifania del carburante fossile il diesel è ancora il preferito tra i motori termici. Però cosa succede quando si fa un pieno di gasolio sporco? Con l'introduzione del biodiesel è facile che i grossi stoccaggi di gasolio si deteriorino creando danni per l'automobilista ignaro. Ecco alcuni consigli per fare sempre rifornimento con gasolio di qualità.

Dal primo gennaio 2021 tutti i distributori di carburante hanno dovuto per Legge adottare un'alta percentuale di carburanti bio, minimo dell'8%. Gasolio e benzina per ridurre l'impatto ambientale hanno introdotto il bio etanolo e il bio diesel, rendendo meno inquinante il trasporto con motore termico. Sono sorti alcuni problemi derivanti dalla componente bio, quindi di origine organica che, nei grandi stoccaggi è soggetta alla proliferazione batterica e degrado. Come fare quindi per mantenere il carburante stabile? Gli sbalzi di temperatura sono la causa più temibile per il deterioramento del carburante stoccato in cisterna. Si verifica la formazione di acqua di condensa che lega con la componente bio formando muffe e alghe.

Diventa necessario adottare un trattamento continuativo di prodotti che mantengono il carburante stabile, evitando l'ossidazione della benzina che diventa corrosiva, generando ruggine nell'impianto. Oppure eliminando la formazione batterica nel gasolio, pulendolo dal fondame, vero e proprio fango sul fondo della cisterna. MotorSistem è tra le aziende italiane che per prime e meglio di altre ha saputo intervenire, conoscendo da oltre venti anni il problema del gasolio sporco e avendo sviluppato una serie di additivi professionali per il trattamento del carburante in cisterna.

La passione per i motori termici richiede un minimo di attenzione e di riguardo. Dai distributori all'automobilista esistono additivi che mantengono pulito l'impianto di alimentazione dell'auto, prevenendo problematiche anche serie dovute al gasolio sporco.

E' nata una rete di distributori di carburante con maggiori controlli di qualità e trattamenti rigorosi, per dare la sicurezza di viaggiare in tutta tranquillità agli automobilisti e per ridurre l'impatto ambientale, riducendo i consumi delle auto. Si chiama Fuel Quality, si riconosce dei bollini verdi di qualità che si trovano nei distributori aderenti all'iniziativa. Fare rifornimento presso i Fuel Quality Point è conveniente perché il carburante è controllato e trattato con additivi che migliorano il rendimento, migliore combustione per ridurre la componente incombusta, leggi fumo e i consumi al km.

I motori termici vivranno ancora a lungo, ce lo auguriamo. Però serve maggiore attenzione da parte di tutti, dal distributore all'automobilista. Per questo c'è Fuel Quality, mette il leone al tuo motore.



Licenza di distribuzione:
Emanuele Remoto
Social Media Manager - Basemultimedia-Promovento
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere